“”VILLA TRENTI””

Condividi su i tuoi canali:

Domenica 28 maggio 2017, a Vignola con l’inaugurazione della rinnovata “Villa Trenti” è nato un “polo culturale centrale per la città e i cittadini”. 

Servizio fotografico a cura di Corrado Corradi


La scrittrice Dacia Maraini , sul “Corriere della Sera”, tra l’altro, ha scritto: “Le biblioteche non sono depositi di libri, ma luoghi di incontro, di scoperte, di scambio, di attività culturali… Chiudere una biblioteca vuol dire chiudere il cuore di un centro abitato. Un poco come chiudere la chiesa o il Pronto Soccorso o la scuola elementare… Ma veramente pensiamo che l’economia del Paese consista solo nella coltivazione dei pomodori e nella costruzione di automobili?. La cultura, anche se non produce oggetti impacchettabili nel cellophane, produce qualcosa di prezioso e irripetibile: produce intelligenza, conoscenza, competenza e valori. Cose di cui abbiamo immensamente bisogno in questo infelice momento storico” .

Domenica 28 maggio 2017, a partire dalle ore 17,00, all’insegna del pensiero e delle riflessioni della grande scrittrice italiana , a Vignola è stata inaugurata la nuova Villa Trenti, che dopo gli interventi per la messa in sicurezza anche antisismici e i lavori di restauro, sarà strettamente collegata con la Biblioteca comunale “Auris” (progettata e realizzata dall’architetto Marco Fontana) così da offrire alla città, alla collettività un nuovo , importante “polo culturale centrale per la città e i cittadini (non solo di Vignola ). E’ stata una domenica di festa: con il potenziamento della biblioteca e con i nuovi, diversi servizi , con i nuovi (ha sottolineato la massima esperta di biblioteche in Italia, Antonella Agnoli) “tanti stimoli da seguire, storie da imparare, curiosità da soddisfare, che , neanche sapevamo di avere prima di entrare” ( in Villa Trenti, recuperata, rinnovata. Quella Villa voluta dal vignolese DOC Niccolò Trenti, che nel 1923, diede l’incarico all’architetto modenese Conte Francesco Ferrari Moreni, di costruire questo edificio che richiama alla memoria la nobile tradizione delle “delizie estensi”) . E’ stata una domenica di festa per la collettività, un arricchimento civile, umano, artistico-culturale ed anche professionale per i cittadini. Ad inaugurare la rinnovata “Villa Trenti” erano presenti il Vice-Prefetto Dott Bruno Scognamillo (da febbraio 2017, a seguito dello scioglimento del Consiglio Comunale,è Commissario prefettizio per la gestione provvisoria del Comune di Vignola. Domenica 28 si è fatto ulteriormente apprezzare per la sua ricchezza umana, per la sua estrema vocazione-predisposizione e quindi disponibilità nei contatti, nei rapporti con i cittadini , enti e istituzioni, e per la sua alta professionalità e competenza, specialmente nella e per la conoscenza del diritto degli enti locali e per le leggi elettorali) , la esperta in biblioteche Dottoressa Antonella Agnoli (è considerata la massima esperta di biblioteche in Italia, autrice di libri fondamentali come “Le piazza del sapere” –pubblicato dall’Editore Laterza, “Caro Sindaco, parliamo di biblioteche” e, nel 2014, di “La biblioteca che vorrei”, pubblicato dalla “Editrice Bibliografica” di Giuliano Vigini, rispettivamente la casa editrice e lo studioso-saggista e massimo divulgatore sull’editoria e sulle biblioteche in Italia. Va sottolineato che Antonella Agnoli, da alcuni mesi, collabora con il Comune di Vignola e la Fondazione di Vignola al progetto del nuovo polo culturale.

Tra l’altro, la Agnoli, ha sottolineato che “la biblioteca è un luogo accessibile dove nulla è lasciato al caso, dove a contare sono elementi come la luce, l’acustica, gli arredi, la segnaletica, l’empatia dei bibliotecari” ), l’architetto modenese Marco Fontana (con lo studio con il figlio Stefano, da anni spazia dalla progettazione e dal restauro di edifici all’urbanistica, spesso anticipando soluzioni divenute obbligatorie a norma di legge, sempre caratterizzato dalla massima attenzione per il risparmio energetico e sismicità. Intervistato da Roberto Armenia, alla domanda se si riteneva più vicino a Imother, l’architetto che ha progettato la Piramide a gradoni di Saqqara –nel 2670 a.C. divinizzato dagli antichi egizi o più vicino all’architetto , che Adolf Loos – architetto austriaco, considerato uno dei pionieri dell’architettura moderna- ha definito “un muratore che sa di latino”, , con la causticità tutta modenese, ha sottolineato che più che un architetto dei progetti e delle parole si ritiene un architetto “del fare”, realizzare edifici o soluzioni che coniughino l’estetica con la massima funzionalità possibile, al servizio della collettività. Poi ha accompagnato i numerosissimi presente in una visita guidata al suo bellissimo ed innovativo progetto per “la passeggiata tra la Biblioteca AURIS e la rinnovata Villa Trenti”). A concludere, in bellezza, l’inaugurazione della rinnovata “Villa Trenti” , la nuova, vivacissima, concreta ed entusiasta Vice-Presidente della “Fondazione di Vignola”, Gloria Vignali , che ha anche provveduto, con il Vice-Prefetto Bruno Scognamillo e con il Vice-Presidente del precedente Consiglio di indirizzo della “Fondazione di Vignola”, Avv. Giuseppe Pesci al taglio del nastro della rinnovata “Villa Trenti” e a ,formalmente, consegnare le chiavi di “Villa Trenti” di proprietà della “Fondazione di Vignola” al Comune della città del Barozzi e di Ludovico Antonio Muratori.          

Da sottolineare che l’ inaugurazione è stata arricchita dall’esecuzione da parte di Andrea Candeli di due brani musical “ “Greensleeves , melodia folk di compositore anonimo del periodo elisabettiano dedicata alla natura e il “Preludio” del compositore cubano contemporaneo Leo Brouwer , e si è conclusa con la visita guidata alla Villa ed anche a tutte le diverse postazioni raccolte nell’ampio parco –oltre 6.000 mq- , postazioni presentate con dovizia di particolari dalla competente ed entusiasta dirigente della Cultura del Comune di Vignola, la dottoressa Cristina Serafini (organizzazione e promozione delle diverse attività diffuse nel ricco Parco a cura della Biblioteca “Francesco Selmi” di Vignola. Dal momento che anche le manifestazioni artistico culturali , spesso, si concludono “in gloria”, anche l’inaugurazione della rinnovata “Villa Trenti” è stata accompagnata da un ricco buffet curato ed offerto dalla società vignolese di catering “Ritmo srl”.  Con l’inaugurazione della rinnovata “Villa Trenti” si sono completate le due giornate dedicate alla cultura e all’impegno civile curate e volute dalla “Fondazione di Vignola”: sabato 27 maggio, infatti, una gremitissima Sala dei Contrari della Rocca di Vignola, ha accolto, ascoltato e calorosamente applaudito il giudice Nicola Gratteri e lo studioso (è il massimo esperto al mondo e docente nelle Università americane e canadesi) di criminalità organizzata Antonio Nicaso , che, dialogando con il giornalista Pier Luigi Senatore, presentando i loro ultimi due saggi (“ Padrini e padroni” e “L’inganno della mafia”) , hanno offerto una insuperabile “Lezione di mafia” (a questo importante evento, dedicheremo un ampio servizio)

 

[ratings]

Ultimi articoli

I nostri social

Articoli popolari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Il popolo è sovrano. Più o meno.

Il popolo è sovrano, questa è l’essenza della democrazia la quale, per quanto imperfetta, notoriamente è giudicata come preferibile ad ogni altro sistema di governo benché

La guerra sporca di Biden

Israele, per l’ennesima volta, facendo spallucce alle richieste degli Stati Uniti e dell’Occidente, lancia un attacco contro l’Iran e colpisce la base militare di Isfahan.