Via le strisce blu

Condividi su i tuoi canali:

None

Strisce blu illegittime se nelle vicinanze non vi sono altrettanti parcheggi gratuiti

Il Tar del Lazio accoglie il ricorso presentato dal CODACONS e da un comitato di cittadini

 

Poco più di un anno fa la Corte di Cassazione si era espressa in modo analogo ovvero sostenendo che l’art.7 del Codice della Strada consente all’Amministrazione comunale di realizzare parcheggi a pagamento, a condizione che vengano contemporaneamente  realizzati, nelle immediate vicinanze, parcheggi gratuiti.

Ora il Tar del Lazio ha accolto il ricorso presentato dal CODACONS e dichiara illegittimo il comportamento di chi attiva zone di parcheggio a pagamento (strisce blu) senza preoccuparsi di fare altrettanti parcheggi gratuiti nelle immediate vicinanze.

Il Sindaco Alemanno ha già dichiarato che non farà ricorso al Consiglio di Stato dichiarandosi d’accordo con la decisione del Tar. Contemporameamente  il CODACONS ha avviato una attività    di censimento  per rilevare quali sono  i Comuni in Italia che disattendono tale norma del Codice della Strada.

Anche a Modena ci sono parcheggi a pagamento ( P.zza Roma ne è un esempio)  senza che nelle immediate vicinanze vi siano parcheggi gratuiti e quindi verrà presentato un ricorso al Tar dell’Emilia Romagna e, nel frattempo, una azione collettiva insieme a tutti i cittadini, che sono stati multati e che vorranno aderire, per ottenere la restituzione di quanto pagato

 

v. Presidente Regionale CODACONS  

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

“Come ti liquido la Slepoj !”

La prematura scomparsa della psicologa, scrittrice, giornalista Vera Slepoj, ha destato sorpresa e cordoglio ma c’è anche chi l’ha citata solo per il giudizio negativo

I Lions a favore del volontariato

A conclusione dell’anno lionistico 2023/2024, il Lions Club Modena Estense, congiuntamente al Lions Modena Romanica, hanno erogato un contributo di Euro 8.000,00 a favore della