Vertenza Italpizza, Fava “Venga rispettato l’accordo del 2019”

Condividi su i tuoi canali:

None

 

Nota del segretario provinciale Pd Davide Fava sulle agitazioni a Italpizza

 

Il segretario provinciale Pd Davide Fava ha commentato le recenti agitazioni sindacali che hanno coinvolto l’azienda Italpizza: “Auspichiamo che si creino le condizioni affinché la Cgil torni al tavolo delle trattative”. La nota:

 

 

“Nel luglio del 2019 una lunga vertenza ha portato Italpizza a siglare un accordo con i tre sindacati confederali che prevede dal 1° gennaio 2022 il passaggio alle dipendenze dirette dell’azienda di tutti gli attuali 467 lavoratori della cooperativa Evologica, con la predisposizione di un piano di riassunzione della forza lavoro in un adeguato livello del contratto nazionale alimentaristi. 

A quanto si apprende oggi il tavolo che dovrebbe vedere la definitiva attuazione di quell’accordo è in stallo e la Cgil nelle ultime due settimane ha abbandonato le trattative.

Il Pd ritiene indispensabile che venga applicato l’accordo siglato nel 2019 consentendo l’internalizzazione di tutti i dipendenti di Evologica.

Riteniamo peraltro imprescindibile la tutela dei diritti dei lavoratori e delle lavoratrici anche nella delicata fase di transizione da Evologica in Italpizza: nessuno che sia in malattia, gravidanza o nelle condizioni di aver sospeso l’attività lavorativa per giusto motivo deve essere discriminato o penalizzato.

Si auspica infine che l’azione unitaria delle sigle sindacali confederali possa consentire una più rapida ed efficace soluzione positiva della vertenza”.

 

 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Il ragazzo del treno

I fatti, abbondantemente diffusi da ogni  notiziario, sono  assai  scarni nel loro  orrore. Nella stazione di Seregno, mercoledì 25 gennaio, scoppia  un diverbio, pare per

Una mossa tempestiva e anche simbolica

Giorgia Meloni è in Algeria per la sua prima visita di stato. E’ incentrata sull’energia nell’ottica del Piano Mattei, finalizzato a fare dell’Italia l’hub energetico del