Velo, Fava e Poggi “Solidarietà alla giovane avvocata”

Condividi su i tuoi canali:

None

Velo, Fava e Poggi “Solidarietà alla giovane avvocata”

Nota dei segretari provinciali Pd Davide Fava e Gd Alessandro Poggi

 

 

I segretari provinciali modenesi del Pd Davide Fava e dei Gd Alessandro Poggi esprimono solidarietà alla giovane avvocata cacciata dall’Aula del Tar perché portava il velo e stigmatizzano un’applicazione delle norme che non tiene conto del quadro costituzionale. Ecco la loro dichiarazione:

 

“Siamo vicini alla nostra concittadina, la giovane praticante avvocata Asmae Belfakir che oggi è stata costretta a lasciare l’Aula in cui si teneva l’udienza del Tar che stava seguendo per lavoro perché aveva il capo coperto dal velo. Non il volto, lo ha sottolineato lei stessa, lei era perfettamente identificabile e il suo abbigliamento non poteva essere causa di alcun problema di ordine pubblico. Secondo il suo racconto il giudice che le ha intimato di togliere il velo o di uscire dall’Aula, avrebbe fatto riferimento non a una norma, ma a non meglio precisate tradizioni da preservare. Se la ricostruzione dei fatti verrà confermata in questi termini, stigmatizziamo un’applicazione pedissequa di norme comportamentali non più al passo con i tempi, tenuto anche conto che la stessa giurisprudenza del Consiglio superiore della magistratura l’ha abbondantemente superata. E’ la nostra stessa Costituzione che sancisce l’uguaglianza di tutti i cittadini davanti alla legge, senza distinzioni di razza (con buona pace del candidato lombardo della Lega Fontana) e di religione”.

 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Gettare il sasso e nascondere la mano…

È un copione assai noto: c’è chi lancia pubblicamente un metaforico sasso, offendendo, insinuando, accusando… in modo voluto e inequivocabile, qualcuno e poi, vigliaccamente, nega

Appunti sulle Amministrative

ASTENSIONISMO All’appello dei votanti manca la metà degli aventi diritto… e stiamo parlando di votare per la propria città, non solo per la lontana Europa.