Uno spettro si aggira per l’Italia…

Condividi su i tuoi canali:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print
Condividi su whatsapp

… lo spettro della patrimoniale da introdurre per far fronte all'emergenza economica e sociale innescata dalla pandemia da Coronavirus. Da sempre temuta, essa colpisce anche chi ricco non è, senza considerare che quello che i cittadini risparmiano, a prezzo di inenarrabili sacrifici, è per il loro futuro incerto, in cui la malattia, la vecchiaia, altre calamità, possono veramente gettarli a terra. E far rientrare la casa, già oggetto di tassazione iniqua da più parti, nel computo dell’eventuale  patrimoniale  equivale a una “punizione” per chi ha dato un tetto  alla sua famiglia.


Ho mutuato il titolo dal celebre “Manifesto del Partito Comunista” saggio scritto da Karl Marx e Friedrich Engels tra il 1847 e il 1848,  per parlare della sempre più vicina “patrimoniale”, patrimoniale che capita in uno dei momenti più drammatici della nostra vita, come singoli e  come Nazione.
Mi permetto una piccola digressione, a commento dell’immagine qui sopra.. E’ l’elaborazione di un fotogramma tratto dal David Copperfield televisivo del 1965. Il grande Ubaldo Lai, eccezionale nel ruolo di Mr. Murdstone,  patrigno di David, è con Roberto Chevalier, bravissimo nel ruolo del protagonista bambino, nell’età adulta interpretato da Giancarlo Giannini. Una produzione che vide attori di eccezionale talento fra gli interpreti,  nomi mitici come  Wanda Capodaglio, Fosco Giachetti, Roldano Lupi, Ileana Ghione, Mario Feliciani, Luigi Pavese, Elsa Vazzoler… di grande fama, come Anna Maria Guarnieri, Laura Efrikian…Sono consapevole di fare torto a molti altri che per brevità non cito. Comunque, un tempo, le fiction si chiamavano sceneggiati e avevano cast stellari come questo. Fine della digressione.

Tornando all’ argomento, ho scelto il patrigno cattivo per antonomasia, il Mr. Murdstone uscito dalla penna di Dickens, a rappresentare lo Stato  perché, talvolta, sempre più spesso, anziché come padre, si comporta come un patrigno insensibile e crudele.

Quello che i cittadini accantonano, a prezzo di inenarrabili sacrifici, è per il loro futuro incerto, in cui la malattia, la vecchiaia, altre calamità, possono veramente gettarli a terra.  Far rientrare la casa, già oggetto di tassazione iniqua da più parti, nel computo dell’eventuale  patrimoniale è una vigliaccata, una punizione per chi, rinunciando ai semplici piaceri della vita, come le vacanze, per anni, o alle innocenti  gratificazione di altre spese voluttuarie, ha messo un tetto sulla testa  alla sua famiglia.

In tempi di crisi è umano, per le persone avvezze a bastare a sé stesse, a non dipendere dagli altri, cercare di risparmiare, per i periodi di vacche magre economicamente parlando ma, ancora di più, in previsione di inevitabili bisogni legati all’invecchiamento, come le malattie, la perdita di autonomia… Tassare i risparmi è la punizione per chi non intende essere di peso a nessuno, congiunti o Stato che sia. Prendere di mira i risparmi, mettendo, per soprammercato, nel calderone  da cui attingere anche la casa. Uno dei nostri primati ci designa come il popolo al mondo che più di ogni altro è proprietario di abitazione. Una casetta, anche modesta, è pur sempre un grande valore m,  invece di essere consolazione e premio di tanti anni di sacrifici, diventa fonte di preoccupazione.
Tassata all’acquisto, tassata nei vari rogiti, tassata nella dichiarazione dei redditi annuale, tassata  con tasse palesi,  come l’IMU,  o  tassata con altre invisibili tasse comunali… tassata quando  fa ricchezza, quindi esclude da certi benefici…
Insomma,  tassare la casa , fare man bassa nei conti correnti frutto di una vita di sacrifici, è indegno di uno stato che sussiegosamente si ritenga padre.
Perché, anzichè colpire per l’ennesima volta il ceto medio,  non considerare come soggetti alla patrimoniale solo i guadagni, reali, liquidi, stratosferici… ad esempio i guadagni dei 40 miliardari (in €uro) italiani, quelli censiti, s’intende, quelli che in soliquattro mesi “”post Covid””, tra aprile e luglio 2020, hanno visto la loro  ricchezza fare un balzo di un bel 31% in più…!

Qualsiasi patrimoniale lascerà comunque ciascuno di loro ricco sfondato, un Paperone che si potrà tranquillamente  sollazzare  tuffandosi fra le banconote fruscianti. E basta, basta, considerare  alla stregua di bancomat i cittadini, soprattutto quelli che, non nell’indigenza, ma non certo ricchi, hanno qualcosa  da parte. Per il futuro e per  ciò che esso riserva.

^^^^^^^^^^^^^^

Come di consueto, qui di seguito presento brevemente il numero on line da oggi. I titoli in grassetto sono link che portano direttamente ai relativi pezzi. Questo per consentire anche a chi ha poco tempo, di poter sfogliare più facilmente il giornale.

^^^^^^^^^^^^^^^^

Uno spettro si aggira per l’Italia…

A.D.Z.

La Storia a senso unico

Massimo Nardi

La commissione toponomastica del Comune di Reggio Emilia ha bloccato l’intitolazione di una via a Norma Cossetto, sollevando dubbi sulla sua tragica fine, smentendo così le ricerche che la Presidenza della Repubblica aveva fatto e che portarono al conferimento della M.O.V.C. alla  giovane istriana nel 2005. Non fu, secondo la commissione, “un’istruttoria approfondita”.

Il virus ha colpito un’Italia gia’ stanca

Alberto Venturi

L’Italia è un’ utilitaria che fa annunci da ammiraglia, senza poterli rispettare. La maggior parte dei Parlamentari è stata eletta per le denunce delle cose che non funzionano, quasi nessuno per avere indicato una ricetta capace di porvi rimedio e che arrivano con pochissima esperienza e competenze a dare indirizzi a una burocrazia rigida e ingessata.

Lotteria degli scontrini

Gianni De Paoli

Il Grande Fratello fiscale arriva mascherato da Babbo Natale con lotteria annessa. Grasso che cola per le banche che incassano le commissioni e un maggior controllo da parte dello Stato sui movimenti di ciascun cittadino: cosa fa, quali sono le sue abitudini, dov’è andato. Alla faccia della privacy!

Scarlett Johansson Ministro degli Esteri!

Ugo Volpi

La nota attrice in un video su Youtube chiede la ‘scarcerazione immediata’ di quattro appartenenti all’ONG egiziana per la difesa dei diritti civili “”Eipr”” tra cui Patrick Zaki: “Questi uomini hanno speso la loro vita lottando l’ingiustizia e ora si ritrovano dietro le sbarre”. “Il loro unico crimine è stato quello di difendere la dignità degli egiziani””.

C’è la Cina Popolare dietro ai brogli elettorali americani?

Angelo Paratico

L’allarme viene proprio dai servizi segreti americani, i quali hanno rilevato un eccesso di attività proveniente da Shanghai (il centro della guerra cibernetica cinese) verso il partito democratico e il suo candidato alla presidenza. In particolare l’intelligence americana ha rilevato un intensissimo incremento della ciberattività di matrice cinese a cavallo del voto di novembre

Buona Festa dell’Immacolata a Voi tutti.

Buona settimana e buona lettura del n. 728 – 421.

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Cristo si è fermato a Eboli

ROSI ABOUT EBOLIPer la sua XIX edizione, il festival LA VALIGIA DELL’ATTORE presenta un breve documentario inedito su Rosi e Volonté durante la lavorazione di

Visit Castelvetro!

Il nostro territorio, la vostra scoperta! Visita il Castello di Levizzano Rangone in Notturna!Venerdì 8 Luglioore 21.00Castello di Levizzano Rangone Hai mai visto un Castello di notte?