Unione del Frignano, accordo con la Provincia appalti più snelli, tempi ridotti e risparmio sui costi

Condividi su i tuoi canali:

None

 

 

Le procedure d’appalto dell’Unione dei Comuni del Frignano per l’affidamento di opere pubbliche saranno d’ora in poi più rapide e meno costose. Questo grazie ad un accordo, approvato dalla Provincia nei giorni scorsi, che consente all’Unione di utilizzare l’Elenco degli operatori economici della Provincia per individuare le ditte da invitare a partecipare alle procedure negoziate, previste dal Codice degli appalti: quelle oltre i 40 mila (al di sotto di questa quota è possibile l’affidamento diretto) e fino a un milione di euro; oltre questo importo le legge prevede una procedura aperta, mentre oltre i cinque milioni e 350 mila euro sono considerate di rilevanza comunitaria e sottoposte a ulteriori regole.

Questa opportunità, commenta Gian Domenico Tomei, presidente della Provincia di Modena, «è stata richiesta dall’Unione allo scopo di ridurre i tempi di aggiudicazione, ma non solo. Con questo accordo l’ente ottiene anche un sensibile risparmio sui costi di gestione delle gare d’appalto, visto che la tenuta dell’elenco degli operatori non è una procedura semplice, richiede personale qualificato, di cui la Provincia dispone, e implica un lavoro costante di monitoraggio e aggiornamento per coniugare la massima trasparenza con l’esigenza di concludere in modo efficace gli appalti, quindi le opere programmate».

L’accordo, infatti, come prevedono il Codice degli appalti e le linee guida dell’Anac, garantisce il principio di trasparenza, concorrenza e rotazione, in modo da assicurare l’effettiva possibilità di partecipazione delle microimprese, piccole e medie imprese.

L’Unione dei Comuni del Frignano si impegna a pubblicare sul proprio sito istituzionale le informazioni necessarie per consentire alle imprese di presentare domanda di iscrizione all’elenco alla Provincia, impegnandosi ad utilizzarlo in via prioritaria.

La Provincia, a sua volta, si impegna a fornire l’elenco sulla base delle qualificazioni richieste in relazione ai lavori, mentre l’Unione curerà inviti e gestione delle gare.

Per quanto riguarda i lavori di forestazione, infine, l’Unione si riserva la possibilità di utilizzare l’elenco delle imprese forestali della Regione Emilia Romagna. 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Educare in tempo di crisi

Conferenza del professor Gianpaolo Anderlini al BLA di Fiorano Modenese Giovedì 29 febbraio 2024 il terzo incontro del ciclo 2024 di incontri organizzati dal liceo Formiggini,