Una convenzione con lo Iat presso il Museo Ferrari

Condividi su i tuoi canali:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print
Condividi su whatsapp
None

 

 

Approderà in Consiglio Comunale per l’approvazione, la delibera che sancisce l’adesione di Sassuolo alla convenzione, assieme ai comuni di Fiorano, Formigine e Maranello, allo IAT che ha sede presso il Museo Ferrari.

 

Si tratta di una convenzione, che scadrà il 31 dicembre 2019, per il coordinamento delle azioni di promozione turistica, oltre che di informazione ed accoglienza, che avrà un costo di 16.000 € l’anno.

 

“Dal momento in cui abbiamo deciso di puntare sul turismo anche a Sassuolo – afferma l’Assessore al Turismo Andrea Lombardi – è stato subito evidente che occorreva dotare la città di strumenti ed azioni idonei allo sviluppo di questo settore. Vanno in questa direzione la realizzazione del nuovo sito internet del turismo, la mappa e la guida turistica, ed il  touch screen informativo situato presso l’Urp che verrà attivato non appena l’Ufficio Relazioni con il Pubblico di piazza Garibaldi avrà l’autorizzazione a fungere da ufficio informativo turistico  Proprio per quanto riguarda l’ufficio Informazioni e Accoglienza Turistica, poi, abbiamo dovuto fare una scelta dal momento che uno Iat capofila a Sassuolo ex novo, avrebbe comportato una spesa esorbitante, oppure potevamo aderire allo Iat, già esistente e funzionante, che ha sede a Maranello presso il Museo Ferrari dove, solamente nel 2014, hanno transitato più di 300.000 turisti”.

 

Lo Iat che opererà per i quattro Comuni ed è situato presso il Museo Ferrari di Maranello fungerà, quindi, da vetrina per il nostro territorio: dal Palazzo ducale al Museo di auto e moto d’epoca, dalle Terme della Salvarola alle Eccellenze enogastonomiche.  I nostri alberghi e ristoranti e gli operatori del settore entreranno nelle proposte di accoglienza turistica e avranno la possibilità di farsi conoscere dalle persone che, dall’Italia e dall’estero, ogni anno arrivano a Maranello per visitare il Museo Ferrari. Il Comune di Sassuolo avrà poi l’opportunità, attraverso materiale cartaceo informativo esposto in appositi espositori e su canali web dello Iat, di promuovere il proprio territorio: sia singolarmente, sia attraverso percorsi tematici e materiali coordinati tra i quattro Comuni.

 

“L’adesione allo Iat presso il Museo Ferrari – conclude l’Assessore al Turismo del Comune di Sassuolo Andrea Lombardi – rientra in quel progetto di strumenti ed iniziative che puntano a rendere sempre più attrattiva la nostra città anche per chi viene da fuori. Come la Festa Estense, svoltasi in concomitanza con la Notte Celeste, un’iniziativa diversa da tutte le altre, che ha puntato sulla storia di Sassuolo e che ha portato tante persone in centro sabato scorso oltre a 145 persone che in sole due ore, dalle 21 alle 23, hanno visitato Palazzo Ducale in notturna a dimostrazione che Sassuolo ha punti ed occasioni d’interesse notevoli che devono essere valorizzati”.

 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

“PREMIO EMAS 2022”

L’ Ente Parchi Emilia Centrale vince il “Premio Emas 2022” per la dichiarazione ambientale piú efficace a livello nazionale L’Ente Parchi Emilia Centrale ha vinto

“Cavalleria Rusticana”

Sabato 2 luglio alle 21:30 presso il Piazzale della Rosa di Sassuolo si terrà una esecuzione integrale in forma di concerto dell’opera di Pietro Mascagni “Cavalleria Rusticana”; il prestigioso appuntamento