UNA CONVENZIONE COL TRIBUNALE PER LAVORI DI PUBBLICA UTILITÀ

Condividi su i tuoi canali:

Una convenzione tra il Tribunale di Modena e il Comune di Sassuolo per lo svolgimento del Lavoro di Pubblica Utilità: la delibera di Giunta n°32 dello scorso 27 febbraio, in pubblicazione all’Albo Pretorio, approva lo schema e l’autorizzazione alla stipula della convenzione con scadenza 31 dicembre 2026, eventualmente rinnovabile.

“Già negli scorsi anni – afferma il Vicesindaco di Sassuolo con delega al Personale Alessandro Lucenti – abbiamo aderito all’accordo in base al quale, i percettori di Reddito di Cittadinanza, avrebbero potuto svolgere lavori di pubblica utilità a Sassuolo. Come si ricorderà l’opera di queste persone servì a ritinteggiare e sistemare diversi plessi scolastici, con la soddisfazione di tutti. Oggi, allo stesso modo, stipuliamo questa convenzione con il Tribunale affinchè, chi viene condannato ai cosiddetti lavori socialmente utili, come ad esempio chi è sorpreso  a guidare con un tasso alcolemico elevato, potrà farlo in progetti studiati ad hoc dagli uffici del Comune di Sassuolo; progetti che possono variare dal decoro urbano ai lavori nelle scuole, comunque al servizio della cittadinanza”.

“Ritenuto di attivare – si legge nella Delibera – presso il Comune di Sassuolo, lo svolgimento del lavoro di pubblica utilità da parte dei condannati ex artt. 186 e 187 Codice della Strada, in ragione della finalità sociale dello stesso; dato atto che: l’attività non retribuita in favore della collettività potrà avere per oggetto le prestazioni di seguito elencate: per tutti i Settori: attività amministrativa, contabile e/o informatica, per archiviazione, riordino ed elaborazione di dati, attività di portierato; per il Settore 1 “Servizi alla Persona”: supporto a tutte le attività ordinarie e straordinarie dei servizi culturali, di promozione del territorio, sport e politiche giovanili, nonché attività informative di vario tipo rivolte alla cittadinanza, di supporto operativo e di assistenza durante l’organizzazione e lo svolgimento di manifestazioni e iniziative culturali e sportive, di presidio/custodia presso gli

spazi culturali, museali e teatrali; per il Settore 2 “Ambiente e territorio”: attività prevalentemente esecutiva o di carattere tecnico/manuale di supporto alla messa in sicurezza delle strade e della segnaletica, di manutenzione del verde pubblico, degli edifici comunali nonchè alla raccolta dei rifiuti (operazioni effettuate anche tramite la società SGP srl a totale capitale pubblico, alla quale l’Amministrazione comunale ha affidato la gestione di alcune funzioni fra quelle elencate); per il Settore 4 “Corpo di Polizia Locale”: attività prevalentemente esecutiva e di carattere tecnico/manuale di supporto logistico, manutentivo e operativo, per la realizzazione di campagne di educazione stradale verso utenti deboli, supporto ad attività informative e promozionali, attività di tipo statistico, revisione di programmi, supporto a tutte le attività ordinarie del Settore”.

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

ELEZIONI: UN INCONTRO PER LE LISTE

L’ufficio elettorale del Comune di Sassuolo organizza un incontro con le forze politiche che intendono presentare una lista di candidati alle prossime consultazioni elettorali comunali.