UN TRANQUILLO VEEK-END DA …PAURA

Condividi su i tuoi canali:

None

Metto a frutto qualche giorno di ferie e parto per il mare. Venerdì mattina ero già nella nostra casetta ai Lidi di Comacchio, io e la Paola. Apro l’abitazione, scarico i bagagli ed ecco la prima sfiga: non funziona il TV. Orrore, ansia. Un colpo di telefono e arriva l’antennista. Responso: cambiare tutta l’antenna. Partono 300 euro. Ne avevamo spesi 138 solo per mettere al minimo la dispensa: i prezzi sono da follia. Fuori, almeno, c’è l’amato sole. Che dopo una fugace apparizione va a nascondersi dalla vergogna dietro un sipario di nubi ostinate. Mi sfogo in bicicletta, lungo le valli e dentro l’odorosa pineta. Il pomeriggio non si riposa. Ci sono i muratori in ben due villette attigue. Iniziano a darci di martello e flessibile sin dalle 13.30: finiranno sabato sera, sul tardi…Sono nervoso, mangio e bevo forse più del necessario, poi lo struscio serale in un centro balneare ancora semi-deserto, un gelato e a letto nel silenzio, finalmente. La nebbia è arrivata sabato, nella tarda mattinata. Ascoltavo musica ad occhi chiusi sullo sdraio, sotto un cielo velato, quando mi sono sentito avvolgere dal suo umido sudario. Tremando sono tornato in branda, più pallido che mai. La Domenica vuol dire griglia e poi Formula Uno. Shumi mi sembra Sisifo, ma rimane un grande, qualcuno cuoce i fagioli e si ferma imprecando e alla fine ride sornione il solito Briatore. L’appetito non c’era: metà grigliata finisce ai gatti (tre) che pazienti attendono fuori dal cancelletto, nel giardino. I passeri fanno festa al pane rimasto. Anche la domenica sfuma in una passeggiata nella pineta di Volano. Ancora ignoriamo ciò che ci aspetta…

Lunedì, ore 5.30, albeggia. Sento Paola al mio fianco che urla -“” Ma chi é ?””- Apro gli occhi e vedo una figura maschile in tuta nera che esce precipitosamente dalla camera da letto…Per alcuni secondi mi sembra di sognare, poi mi alzo stupito vado alla porta-cancello…-“”Ma non l’avevi chiusa ieri sera””- mi fa Paola – “”Ma certo”” – rispondo io. Le chiavi le trovo all’esterno, ancora infilate. Il boia deve averle pescate sul tavolo di cucina, dall’esterno con una canna e un uncino, come si fa alla fiera con le paperette… e ha trovato le oche a letto addormentate. Mentre mi maledico per la mancata previdenza, faccio le prime rilevazioni. Mi ha svuotato il portafogli ed è pure venuto a prendere la catenina d’oro sul mio comodino del letto: la cosa mi mette i brividi. Fortuna che la Paola ha salvato la sua borsetta, dando l’allarme prima che la sgranfignasse. Sconcerto, rabbia, andiamo a presentare denuncia presso la caserma dei Carabinieri di PortoGaribaldi. Un vice-brigadiere gentilissimo ci ascolta e redige il verbale. Dalla descrizione sommaria che facciamo e ancor più da come si sono svolti i fatti gli sembra di riconoscere la mano di un noto malvivente, pregiudicato per furto con destrezza, un Diabolik in grado, ci racconta il brigadiere, di derubare un intero Camping in una notte. Ma non avendolo visto in faccia,  è inutile visionare foto segnaletiche. Ascoltiamo, inerti, racconti di clonazioni di carte di credito come se piovesse, furti a go-go, extracomunitari spacciatori inarrestabili a causa della burocrazia e delle troppe leggi che ostacolano le procedure. “”Potrei scrivere un libro a riguardo..””- ci confessa il gentile e solerte brigadiere. Mi auguro che lo faccia e che siano obbligati a leggerlo i nostri amministratori locali, quelli che disegnano i progetti del paese sulle loro scrivanie, senza uscire di casa. Alle 13.30 di lunedì sono già di ritorno a Modena: tre giorni di FERIE ci sono costati 1.250 euro. Cara, vecchia, noiosa città, rieccomi nel tuo grembo protettivo e amorevole. Domani torno al lavoro, in fila con gli altri, felice come un pisello nel suo baccello.

 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Libri di Storia fatti di pietra

Servizio fotografico di Corrado Corradi ^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^Nella giornata di sabato 1° ottobre 2022, in strada Canaletto Sud, angolo via Finzi, c’è stata la cerimonia di inaugurazione