Un soggetto politico nuovo per modalità e contenuti di programma proposti

Condividi su i tuoi canali:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print
Condividi su whatsapp
None

Invitiamo le cittadine ed i cittadini e le associazioni, all’incontro di A.L.B.A. (Alleanza Lavoro Benicomuni Ambiente)  che si terrà a Modena il 27 giungo alle ore 21:00 presso la sala polivalente del Windsor Park per discutere assieme della crisi profonda della democrazia rappresentativa ed elettiva nonché alle conseguenze delle politiche economiche (es: legge di pareggio di bilancio) e sociali (es: riforma del lavoro) attuate dal Governo Monti e per parlare dello Statuto di ALBA, del suo Protocollo Etico, del Programma e per prepararci all’incontro nazionale che si terrà a Parma il 30 Giungo ed il 1 luglio.

A.L.B.A. è un soggetto politico nuovo che vuole differenziarsi non solo per i contenuti di programma proposti, ma anche e soprattutto per le modalità con le quali questi contenuti saranno definiti e stabiliti. Il nostro Paese ha bisogno di diffondere il potere, non di accentrarlo, ha bisogno di nuovi spazi di democrazia, di forme e pratiche per una nuova aggregazione e di avere diversi comportamenti e passione nell’attività politica.

Si deve rompere con il modello novecentesco del partito, introducendo nuove regole e pratiche: trasparenza non segretezza, semplicità non burocrazia, potere distribuito non accentrato, servizio non carrierismo, eguaglianza di genere non enclave maschili, direzione e coordinamento collettivo e a rotazione, non di singoli individui carismatici.

Si deve rompere con questo modello neo liberista europeo che vuole privatizzare a tutti i costi, che non ha alcuna cultura dell’eguaglianza, che minaccia a morte lo stato sociale, la dignità e sicurezza del lavoro. Si insiste invece sulla centralità dei beni comuni, la loro inalienabilità, la loro gestione democratica e partecipata.

Si deve rompe con la visione ristretta della politica, tutta concentrata sul parlamento e i partiti. Si lavora invece per un nuovo spazio pubblico allargato, dove la democrazia rappresentativa e quella partecipata lavorano insieme, dove la società civile e i bisogni dei cittadini sono accolti e rispettati.

Si riconosce l’importanza della sfera dei comportamenti e delle passioni, rompendo con le pratiche mai esplicitate ma sempre perseguite dal ceto politico attuale: la furbizia, la rivalità, la voglia di sopraffare, il mirare all’interesse personale. Al loro posto mettiamo l’inclusività, l’empatia, la mitezza coniugata con la fermezza.

Il futuro di questo idee, del progetto di radicale rinnovamento della soggettività politica che proponiamo, è nelle mani di tutti e tutte coloro che lo desiderano attivamente. E’ solo attraverso l’impegno e la costruzione insieme del percorso che riusciremo a costruire un soggetto che determini una trasformazione complessiva con l’ambizione tutt’altro che minoritaria di mettere in campo un’altra Italia. Di lavorare per un’altra Europa.

 

Cs

 

Coordinamento

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Ius Scholae

Fratelli d’Italia: “Bonaccini invece di offendere pensi a risolvere i problemi dei cittadini”Mentre imprese e cittadini sono in ginocchio davanti una grave crisi economica, caratterizzata

“PREMIO EMAS 2022”

L’ Ente Parchi Emilia Centrale vince il “Premio Emas 2022” per la dichiarazione ambientale piú efficace a livello nazionale L’Ente Parchi Emilia Centrale ha vinto