Un problema da risolvere: “”Percezione o realtà?””

Condividi su i tuoi canali:

""...ci chiediamo ...se questa è davvero l’immagine che vogliamo dare ai pochi turisti che vengono a visitare la nostra città..."" art.di Daniela Vandelli

 

Sono ormai mesi che denunciamo la situazione di avanzato stato di degrado del centro storico. Abbiamo sempre raccontato ciò che succedeva nel centro cittadino perché il nostro desiderio era quello che le cose potessero cambiare.

Siamo soddisfatti che L’Informazione abbia messo in luce il serio problema dei mendicanti. Evidentemente le nostre parole di commercianti e di cittadini non erano sufficienti per smuovere le coscienze di chi tutti i giorni ci garantisce una città vivibile e sicura. Una delle cause dello spopolamento del centro storico è proprio questa, infatti: ci sono commercianti che non riescono a lavorare perché continuamente disturbati da persone che si appostano per ore davanti ai loro esercizi aspettando il clienti per infastidirli con la richiesta di monete, arrivando al punto di fermarli spesso con insistenza tale da distrarli dagli acquisti.

Entrano nei negozi chiedendo di scambiare la moneta racimolata e se all’interno del negozio vi sono clienti non perdono tempo nel chiedere una offerta, facendoli spesso dileguare velocemente. Piazza Mazzini all’ora di pranzo diventa luogo d’incontro di questi personaggi, che indisturbati mangiano lasciando i resti del pranzo per terra e che senza rispetto alcuno si recano alla fontanina per la pulizia quotidiana.

Allora ci chiediamo pertanto se possa ancora essere considerato normale tutto ciò, se questa è davvero l’immagine che vogliamo dare ai nostri e pochi turisti che vengono a visitare la nostra città e se dobbiamo continuare ad accettare senza reagire il fatto che degli agenti delle forze dell’ordine non facciano rispettare – come documentato su L’Informazione del 15/3/2001 – il Regolamento di Polizia Urbana di Modena, che prevede sanzioni per gli accattoni. Come giustificare ciò ai commercianti che non riescono a lavorare?

Tutte domande che come sempre non avranno mai risposte, anche se noi le pretenderemmo, anche solo come gesto di rispetto per chi vive a Modena e contribuisce ogni giorno, con sacrificio, a farla vivere ed è consapevole del problema.

La nostra amministrazione consapevole del problema ribadisce che tutto cio’ è percezione… siamo visionari questa è la realtà per la nostra giunta, continueremo a documentare e a denunciare la realtà che viene negata.

 

 

www.centropercentro.com

 

 

 

 

http://linformazione.e-tv.it/archivio//20110327/03_MO2703.pdf

 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Alla zappa! Tutti, senza distinzioni.

Nel recente passato e tutt’ora, anche se in misura minore, c’era l’abitudine di invitare alla zappa le persone negligenti, gli scansafatiche, gli incapaci … chi

Terzo mandato

La possibilità di un terzo mandato per i presidenti di regione è stato respinto in Commissione affari costituzionali del Senato; tutti contrari, maggioranza e minoranze

Mostra su Toulouse-Lautrec

Giovedì 22 febbraio 2024 inaugurata a Palazzo Roverella di Rovigo la grande Mostra su Toulouse-Lautrec (1864-1901) più di 200 opere per raccontare il sublime artista