Turni notturni della Polizia Muicipale

Condividi su i tuoi canali:

None

Le riflessioni sulla sicurezza e le conseguenti sollecitazioni alle Istituzioni fatte dall’ampio raggruppamento composto di associazioni imprenditoriali, sindacati di polizia di Stato, e coordinamento di comitati cittadini per la sicurezza, cominciano a dare frutti.

Tra questi, la decisione dell’Amministrazione comunale di estendere a tutta la settimana, come é noto, l’impiego di pattuglie notturne della polizia municipale fino alle tre o alle quattro del mattino per attività di sicurezza urbana.

Ciò comporterà ovviamente diversa organizzazione e diverso utilizzazione del personale. Da ciò le prese di posizione dei sindacati di polizia municipale.

Secondo noi questi hanno il diritto dovere di discutere modalità operative con l’Amministrazione per conciliare le nuove esigenze di servizio con le esigenze individuali e di organizzazione del lavoro. 

Su questi aspetti noi siamo solidali, ne comprendiamo l’importanza, e formuliamo l’auspicio che l’Amministrazione si confronti nel modo più ampio possibile.

Ieri ci siamo incontrati con il comandante Leonelli e l’assessore Monticelli proprio per chiarire questa nostra posizione.

Nello stesso tempo nessuno può ignorare le priorità della città,  come quella che abbiamo segnalato nel nostro documento del 3 maggio che riguarda una presenza in città di polizia municipale adeguata alla esigenza dei tempi, “”ai cambiamenti sostanziali avvenuti nell’attività economica ed organizzativa della città, in particolare gli orari di chiusura dei locali in centro storico””.

Rispetto a questa esigenza sappiamo che anche gli operatori di polizia municipale sono sensibili quanto noi.

Non ci appartiene il linguaggio usato sui giornali da un gruppo di cittadini “”scontenti”” che fortunatamente  hanno loro stessi dichiarato di non avere niente a che vedere con il nostro coordinamento per loro profondo disaccordo con il nostro lavoro, che continueremmo a svolgere sulla linea già avviata: confronto con le istituzioni, con le forze politiche tutte, con i parlamentari.  Confronto ambizioso, speriamo possibile:  trovare assieme a tutti questi un comune denominatore di azione, nell’interesse della città.

 

Coordinamento di comitati cittadini per la sicurezza

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Gettare il sasso e nascondere la mano…

È un copione assai noto: c’è chi lancia pubblicamente un metaforico sasso, offendendo, insinuando, accusando… in modo voluto e inequivocabile, qualcuno e poi, vigliaccamente, nega

Appunti sulle Amministrative

ASTENSIONISMO All’appello dei votanti manca la metà degli aventi diritto… e stiamo parlando di votare per la propria città, non solo per la lontana Europa.