Trota: un predatore vorace

Condividi su i tuoi canali:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print
Condividi su whatsapp
"" No, non ci deve riguardare cosa sia realmente accaduto, perché tutto è influenzato dal PdV, ovvero, dal punto di vista con cui si osserva la situazione. ""art. di Alex Scardina

 

 

Prospettiva. Questo è il termine al quale si possono ricondurre gli accadimenti di questa settimana. Oramai tutti sarete a conoscenza che il “William Wallace” di Cassano Magnago si è dimesso. Ma non tutti avete capito che si tratta proprio di un gioco di prospettiva. No, non ci deve riguardare cosa sia realmente accaduto, perché tutto è influenzato dal PdV, ovvero, dal punto di vista con cui si osserva la situazione. Quindi non deve nemmeno importare, stando alle inchieste giudiziarie in atto, che danari del movimento Lega Nord siano stati utilizzati per interessi privati; non deve importare che questi fondi siano di fatto stati elargiti dagli italiani, dal momento che una fetta del patrimonio del partito del nord proviene da rimborsi elettorali pagati da tutti; non deve importare che il tesoriere Francesco Belsito possedesse una cartella, dal nome “The Family” in cui inserire voce per voce i contributi elargiti ai Bossi. Non importa perché è sbagliata la Prospettiva: Infatti è tutta colpa della malattia. Bossi non sarebbe più in grado di pensare a tutto e a tutti…e quando il gatto non c’è i topi ballano! Se poi si aggiunge che tutto sarebbe avvenuto a sua insaputa tutto fila…o forse No.

Ma non si accorgono che questo modo di leggere gli eventi non sta in piedi! Ricordate quando Scajola, in merito all’appartamento romano di sua inconsapevole proprietà, disse: “Ho scoperto dai giornali che qualcuno a mia insaputa ha comprato la casa in cui vivo e me la sta pagando, non posso accettare una cosa del genere, devo dimettermi dagli impegni ministeriali per indagare; e se trovo quello che mi ha comprato la casa… giuro che gliela faccio pagare cara… sì insomma…di nuovo…!”. Non vi pare familiare? Inoltre noi, proprio come successo con Scajola, dovremmo pensare che tutti i fondi per la scuola Bosina, che dei lavori della villa di Gemonio, dei danari passati ai vari figli di Umberto Bossi, siano avvenuti solo nel periodo della malattia, e non dopo, e che nessuno di loro si sia accorto di avere nel portafoglio migliaia di euro che non ci avevano messo loro?! Passi il periodo di degenza di Umberto Bossi, ricoverato in clinica, ma i figli, a cominciare da quel Renzo Bossi, che della trota non ha nemmeno il cervello, non ha visto transitare in casa gente vestita di bianco che spostava mobili? Non ha visto il conto corrente gonfiarsi di mese in mese? Due sono le cose: se tutto quanto sostenuto dalle procure è vero, e così sembra viste le dimissioni a pioggia di questi giorni, o Renzino ha tacitamente intascato questi soldi, nel qual caso trattasi di ladro, o non se n’è accorto, quindi l’inutilità fatta trota.

Insomma… “Ei fu, siccome immobile, dato…a mia insaputa…

 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...