Treni Carpi-Modena, in estate ancora disservizi

Condividi su i tuoi canali:

None

Vaccari: “la situazione addirittura peggiora”

 

«Nel periodo estivo la situazione dei pendolari della linea ferroviaria Carpi-Modena se possibile peggiora ulteriormente rispetto a quella già pessima del resto dell’anno.

Siamo ormai all’anarchia gestionale. Continuiamo, infatti, a ricevere da parte degli utenti segnalazioni su disservizi e per le pessime condizioni del materiale rotabile utilizzato».

Lo afferma Stefano Vaccari, assessore con delega alla Mobilità della Provincia di Modena, a proposito della situazione della linea ferroviaria Modena-Verona.

In questo periodo, segnala Vaccari,  «è assurdo sopprimere diverse corse quando l’utenza continua a essere numerosa. Inoltre si ripete almeno ogni lunedì che il treno da Carpi per Modena delle 8,21 sia formato solamente da due automotrici diesel insufficienti, anche perché il flusso dei viaggiatori non è inferiore agli altri giorni della settimana, mentre altri passeggerei hanno comunicato viaggi da Modena a Verona con vetture sovraccariche e aria condizionata  guasta».

Per Vaccari, insomma, «non si vede alcun miglioramento, nonostante le ripetute prese di posizione e richieste a Trenitalia di Regione, Provincia, Comune di Carpi e Comitato utenti. Tra queste il trasferimento della gestione della tratta Modena-Verona alla direzione emiliana di Rfi da quella veneta. Inoltre la Regione sta premendo su Trenitalia per risolvere la situazione impegnandosi anche a utilizzare a favore dei pendolari il ricavato delle multe a Trenitalia per il mancato rispetto del contratto di servizio. Purtroppo l’azienda continua a negare il problema».

Nella scorse settimane il Consiglio provinciale ha approvato un documento in cui si chiedeva, tra l’altro, a Trenitalia il rimborso degli utenti pendolari danneggiati dai continui disservizi.

La Provincia chiede a Trenitalia di rispettare l’accordo di programma per l’alta velocità realizzando la sistemazione del terminal binario 5 della stazione di Modena e il rinnovo del materiale rotabile sulla linea Carpi-Modena.

Per la Provincia, infatti, sono insufficienti le carrozze per accogliere tutti i pendolari soprattutto nella corsa da Carpi delle 7,34, l’unica che consente di usufruire della coincidenza delle 7,48 a Modena per Bologna, oltre ai tempi di percorrenza Carpi-Bologna di un’ora e mezza. 

 

Cs

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Gettare il sasso e nascondere la mano…

È un copione assai noto: c’è chi lancia pubblicamente un metaforico sasso, offendendo, insinuando, accusando… in modo voluto e inequivocabile, qualcuno e poi, vigliaccamente, nega

Appunti sulle Amministrative

ASTENSIONISMO All’appello dei votanti manca la metà degli aventi diritto… e stiamo parlando di votare per la propria città, non solo per la lontana Europa.