Trasporti. Movimento 5 Stelle: contrastare assembramenti sui mezzi pubblici

Condividi su i tuoi canali:

None

Dettagliata interrogazione che chiede di fare chiarezza in particolare sugli autobus gestiti da Seta al fine di garantire il rispetto delle norme di contrasto alla diffusione della pandemia da Coronavirus
 

Qual è la situazione degli affollamenti sui mezzi pubblici gestiti da Seta alla luce della necessità di contrastare la diffusione del Coronavirus?

A chiederlo, in un’interrogazione, è il Movimento 5 Stelle. “”Numerosi genitori e studenti- si legge nell’atto ispettivo- hanno segnalato quotidiani affollamenti sugli autobus del servizio di trasporto pubblico, negli orari interessati dagli spostamenti casa-scuola e viceversa, in diverse località rientranti nei bacini su cui opera la società SETA, fra le quali, in particolare, i mezzi che collegano Agazzano a Piacenza, attraverso Rivalta, e alcuni genitori hanno segnalato anche il mancato rimborso per gli abbonamenti scolastici non utilizzati l’anno scorso a causa della Dad (didattica a distanza)””.

Da qui l’atto ispettivo per sapere “”quale sia ad oggi il quadro dei possibili affollamenti nei mezzi del TPL dei bacini di competenza di Seta, quali misure possano essere adottate per eliminare il superamento della capienza consentita e per fornire adeguata informazione al riguardo””. Il Movimento 5 Stelle, inoltre, vuole sapere dall’amministrazione regionale “”quale sia lo stato dei rimborsi a suo tempo previsto per il mancato utilizzo dei mezzi in conseguenza dell’organizzazione delle attività scolastica in modalità DAD e quali risorse siano state stanziate al riguardo da parte dello Stato””.

(Luca Molinari)

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Gettare il sasso e nascondere la mano…

È un copione assai noto: c’è chi lancia pubblicamente un metaforico sasso, offendendo, insinuando, accusando… in modo voluto e inequivocabile, qualcuno e poi, vigliaccamente, nega

Appunti sulle Amministrative

ASTENSIONISMO All’appello dei votanti manca la metà degli aventi diritto… e stiamo parlando di votare per la propria città, non solo per la lontana Europa.