Trasporti – Cispadana,

Condividi su i tuoi canali:

None

 DICHIARATO IL PUBBLICO INTERESSE DELLA PROPOSTA PRESENTATA DAL GRUPPO DI IMPRESE GUIDATE DALL’AUTOSTRADA DEL BRENNERO

 

(Bologna, 27 luglio 2007)

– La Giunta regionale, a seguito dell’avviso indicativo pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 1 agosto 2006, ha approvato oggi la delibera con la quale è stato dichiarato il pubblico interesse della proposta presentata dal gruppo di imprese guidate da Autostrada del Brennero spa per la realizzazione della Cispadana, l’autostrada regionale che collegherà il casello di Reggiolo-Rolo sulla A22 al casello di Ferrara Sud sulla A13.

Il testo dell’atto deliberativo sarà pubblicato sul Bollettino ufficiale della Regione Emilia-Romagna il 16 agosto 2007.

A settembre la Regione avvierà la fase di consultazione con i territori interessati, in modo tale da approvare il progetto preliminare entro la fine dell’anno in corso e, successivamente, bandire la gara pubblica per l’affidamento della concessione di costruzione e gestione dell’autostrada.

 

Dell’Associazione temporanea di impresa (ATI) il cui progetto è stato giudicato più rispondente all’interesse pubblico fanno parte:

Autostrada Del Brennero S.P.A. – Coopsette soc. coop. – Pizzarotti & c. Spa – Cordioli & c Spa – Edilizia Wipptel Spa – Oberosler cav. Pietro Spa – Impresa di Costruzioni Geom. Collini Spa – Consorzio stabile Co.Seam Srl – Consorzio ravennate – Mazzi impresa generale di costruzioni

 

La nuova infrastruttura è considerata tra le opere prioritarie dal Piano regionale dei trasporti 1998-2010. Non solo per quanto riguarda il territorio interessato, un’area ad alto tasso di sviluppo e con elevati volumi di traffico, ma anche come elemento di connessione tra i principali itinerari Nord-Sud del paese, vale a dire la A22 del Brennero e l’A13 Bologna-Padova, cui sarà collegata direttamente. In questo modo verrà creato un collegamento alternativo al corridoio della via Emilia e lontano dai grandi centro abitati.

 

– Agenzia Informazione e Ufficio Stampa

 

 

 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

L’arco e le frecce

Un tragico incidente, un’uscita fuori strada autonoma, uno dei tanti drammi che insanguinano le nostre strade. Così, poteva essere reso noto e archiviato, ciò che

Non ti fidar dell’acqua cheta

Sull’Ansa ho trovato il lungo elenco di catastrofi provocate da frane e alluvioni in Italia negli ultimi settant’anni: 101 vittime nel Polesine (1951), 325 persone

Gli ambientalisti nelle pinacoteche

L’ultima moda di certi ambientalisti è utilizzare le pinacoteche ed i musei per protestare. Così in questi giorni cinque attivisti di ‘Ultima generazione’ sono entrati