Tracce di Luce

Condividi su i tuoi canali:

Pieno successo di pubblico (numerosissimo, interessato, incantato e divertito) delle manifestazioni “Tracce il luce” che, per il terzo anno consecutivo, hanno illuminato la scenografica Piazza dei Contrari di Vignola.

La “fata acrobata” della “Compagnia dei Folli” mentre danza e volteggia sugli spettatori in Piazza dei Contrari di Vignola, venerdì 7 luglio 2017, per la prima serata della terza edizione di “Tracce in luce”


Note di Roberto Armenia:
Venerdì 7 luglio 2017, la “Compagnia dei Folli” , ha offerto un bellissimo , suggestivo spettacolo di teatro  di strada ed immagine che si ispira e  richiama al realismo magico di Federico Fellini e alla poesia degli artisti del “Cirque du soleil”. Tutti i numerosissimi presenti, hanno seguito (con il collo in alto, il naso all’insù e gli occhi che seguivano ) le acrobatiche evoluzioni  di una “fata acrobata” che volteggiava sugli spettatori, scendendo a toccare le loro mani, per poi risalire , compiendo giravolte, in cielo, con sullo sfondo la luna piena, bianca , che ha partecipato allo spettacolo, emozionandosi come gli spettatori.

Domenica 9 luglio 2017 , “Fede & Tinto” , conosciuti come “le voci e i volti dell’enogastronomia che diverte”, hanno coinvolto e divertito i numerosissimi ed entusiasti presenti , con i loro dialoghi colti, profondi nei contenuti, ma sempre offerti all’insegna della leggerezza e del sorriso.  Hanno dialogato con alcuni dirigenti di “Piacere Modena” ( che, come sottotitolo, aggiunge “ci sono piaceri che si incontrano solo in luoghi speciali per SAPERE, per SAPORE, per AMORE” ), precisamente con Mariangela Grosoli (presidente del Consorzio Aceto Balsamico tradizionale di Modena), con Stefano Straniero Corghi ( chef di “Modena a tavola”) , Claudio Guidetti  (segretario sezione di Modena e Bologna del Consorzio Formaggio Parmigiano-Reggiano) , Davide Nini (presidente del Consorzio Prosciutto di Modena), ed Adriano Camurri , esperto salumiere che, per tutta la serata,  ha affettato ed offerto  ai presenti il prosciutto di Modena.           

 E’ stata una gustosa , saporita  e divertentissima  serata all’insegna delle eccellenze enogastronomiche modenesi, degli inarrivabili prodotti tipici del territorio. Gustosa e saporita serata anche perché  ai presenti –a cura deì  giovani collaboratori dell’associazione  “Etcetera” – sono state offerte degustazioni di prosciutto di Modena, di Parmigiano-Reggiano, di Lambrusco Grasparossa e di Sorbara, di aceto balsamico tradizionale di Modena (Tinto, tra l’altro, sintetizzando ed esaltando la differenza tra aceto balsamico ed aceto balsamico tradizionale di Modena , ha sottolineato che “il primo è un condimento , il secondo dà godimento”) , di ciliegie di Vignola. 

Tutte due le serate , come ha giustamente sottolineato la vice-presidente della “Fondazione di Vignola”, Gloria Vignali, si sono concluse tra un crepitio e  trionfo di disegni e di colori.  Prima la videoproiezione delle creazioni degli scolari di alcune classi delle scuole primarie e secondarie di primo grado di Vignola, che, immaginando di essere nei panni degli artisti di sei secoli fa, hanno proposto le loro versioni delle decorazioni delle pareti della Rocca. Sono poi seguite le videoproiezioni delle decorazioni vere, reali , create nei primi vent’anni  del Quattrocento, dagli artisti ferraresi e modenesi, decorazioni che hanno contribuito a trasformare il “volto” esterno del severo maniero in uno scrigno colorato, che –ancora oggi- al suo interno, conserva tesori artistici come gli affreschi della “Cappella dei Contrari” , che erano i nobili Signori preposti  dagli Este, Signori di Ferrara, a “dominare”  il territorio di Vignola, esaltandone le “eccellenze” anche architettoniche  ed artistiche, secondo lo spirito e il gusto per il bello che era tipico dei Signori di Ferrara,  dei primi anni del Quattrocento e soprattutto di Leonello d’Este  e di Borso d’Este,  che con la “Bibbia di Borso d’Este” ha consegnato  alla storia e all’umanità uno dei capolavori dei codici miniati , spesso ispiratori anche delle decorazioni esterne ed interne per Rocche e Castelli di residenza e magnificenza .

Le videoproiezioni di “Tracce in luce” ritornano venerdì 14 luglio , “al Calar dell’oscurità” , dopo la presentazione del volume “150 an

Domenica 9 luglio 2017 “FEDE & TINTO”  le “voci e i volti dell’enogastronomia che diverte” (da tredici anni autori e conduttori di “Decanter”, il programma cult di RAI Radio 2, dedicato al mondo dell’agricoltura e giudici nel programma di Antonella Clerici, “ la Prova del cuoco”  con alcuni dei dirigenti di “PIACERE MODENA” Da destra lo chef Stefano Straniero Corghi; la presidente del Consorzio Aceto Balsamico tradizionale di Modena, Marian gela Grosoli, TINTO, FEDE, il presidente del Consorzio Prosciutto di Modena  Davide Nini, il segretario sezione di Modena e Bologna del Consorzio Formaggio Parmigiano-Reggiano, Claudio Guidetti ( e l’addetto stampa e comunicazione della “Fondazione di Vignola, Roberto Armenia )

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

VISIT CASTELVETRO!

23/04 12:23 Non riesci a visualizzare correttamente questa newsletter? Clicca qui.Il nostro territorio, la vostra scoperta!Ponte del 25 Aprile – Cosa fare a Castelvetro! Il ponte del 25