Terremoto, mafie e Piscicelli

Condividi su i tuoi canali:

“...i poveri sciacalli hanno agito nei giorni appena successivi al sisma svuotando case e negozi, i ben più ricchi avvoltoi potrebbero mettere le loro mani sulla ricostruzione”art. di Alex Scardina

E’ passato quasi un mese dalle 4:04 del 20 maggio 2012, quando l’istituto nazionale di geofisica registrò il terremoto di 5.9 gradi, con origine nei pressi di Finale Emilia, che ha cambiato le geometrie dei paesaggi emiliano-lombardi.

A causa della prima scossa e delle cinque forti repliche dei giorni successivi campanili e case, castelli e capannoni industriali sono andati distrutti in un area che coinvolge cinque province e tre regioni.

Ora, però, con la speranza che il suolo torni a sovrintendere, immobile, alle attività umane, bisogna cominciare a ricostruire, dando la priorità ad alloggi e industrie.

Sì perché se l’economia non si rimetterà in moto velocemente non si potrà procedere con il consolidamento e/o recupero di monumenti storici.

Le istituzioni dovranno essere celeri ed allo stesso tempo prestare grande attenzione; se i poveri sciacalli hanno agito nei giorni appena successivi al sisma svuotando case e negozi, i ben più ricchi avvoltoi potrebbero mettere le loro mani sulla ricostruzione.

Da una parte ci sono gli “Avvoltoi Piscicelli”. Questa categoria prende il nome dal celebre costruttore Francesco Maria de Vito Piscicelli, divenuto noto per le risate scambiate telefonicamente con il cognato Cagliardi mentre si fregava le mani poche ore dopo il sisma che colpì l’Abruzzo nel 2009, individuando la situazione come il suo uovo di colombo. La felicità era frutto dell’equazione: tante case distrutte – tante case da ricostruire = tanti soldi! Ma sarà necessario essere accorti e contenere l’invasione degli “Avvoltoi di Gomorra”.

 Infatti credere che le mafie si muovano solo al sud è un grave e pericolosissimo errore. Il mezzogiorno è la loro linfa vitale, costituisce il loro “potere temporale”, il nord è la loro vera fonte di reddito, e la situazione emiliana potrebbe far gola a molti…

 

 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Fiera di San Rocco 2022

Dal 12 al 16 agosto: cinque giorni di festa, spettacoli e tanto cibo, ad ingresso gratuito! Ecco in arrivo la ultracentenaria Fiera di san Rocco,

Corso per Clown Dottori

Si parte a ottobre, ma gli incontri di presentazione del corso sono previsti il 6 e il 10 settembre L’associazione Dìmondi Clown organizza, a partire