Teniamoci informati

Condividi su i tuoi canali:

Informazione, comunicazione e ruolo dei giornali. Differenza tra testate giornalistiche e testate dei caproni.Una sintesi a livelli più alti cercasi...anche a Modena

Questa settimana sarebbe interessante proporre un commento sui due congressi appena conclusi ( DS e Margherita) o una valutazione sulle elezioni presidenziali francesi, ma questo significherebbe fare schierare politicamente Bice che al contrario deve rimanere garante dell’altrui diversità mantenendo un rigoroso ed equidistante rispetto per tutte le diverse ideologie.

Anche per questa settimana dunque ..mi soffermerò solo su considerazione di carattere modenese.

Apprezzabile il pezzo per esempio che la signora Giulia M. lascia nel Guest book di Bice anche quando conclude qualificandosi : coll. Gazzetta  di Modena. E’ la prova lampante di cosa significhi il rispetto civile e democratico delle personali differenze  la garanzia che in qualunque sede ti presenti sei tutelato a prescindere dal credo e dalla provenienza: queste certezze e consapevolezze sono talmente consolidate nelle nostre coscienze che appare quasi banale sottolinearlo. Così sono convinto che certe sbandate comportamentali, che abbiamo registrano anche a livello alto, in questo ultimo periodo, siano ormai più questioni di stile, di sensibilità e di intelligenza politica che di derive pseudo democratiche.

Un’altra considerazione degna di nota è rappresentata da un commentatore a firma “diversamente abile” che annota: “ la Città di Modena dovrebbe essere una fucina di idee e cambiamenti in atto, un ribollir di tini e di mosto intellettuale da richiamare l’intellighenzia da tutta Europa! Invece, al solito, non succede una minchia. Anch’io, perciò, sono senza parole.”Tutto questo secondo il commentatore grazie anche al sorgere di nuovi giornali o riviste…

E’ un quesito/constatazione che ci sollecita spesso una domanda: Bice contribuisce, nei fatti , ad innalzare o ad abbassare “il tono” di questa città, a prescindere dalle sue buone intenzioni? Quando abbiamo iniziato abbiamo trovato già in essere questa società. Chi non si è trovato concorde con la nostra impostazione come è entrato così ci ha abbandonato, mentre invece è rimasto sostanzialmente scettico nei nostri confronti il Palazzo della politica a cui Bice guarda con interesse.

Anzi ora, molti nel palazzo ,a causa della sua impostazione che prevede il contributo dei commentatori, ritengono Bice un’arena che gioca al massacro dei protagonisti che si prestano a farsi intervistare.

Questa fascia di gente “scomposta” non l’abbiamo creata o formata noi.

L’abbiamo trovata sul territorio che, anche senza Bice, pensava già del palazzo le cose che ora scrive. Ma il punto  non è questo: il vero massacro consiste nel credere che al malessere, figlio di certo immobilismo, si debba rispondere con un silenzioso immobilismo. Questo succede perché troppi si fanno sorreggere dalla presunzione che il  bene stia tutto da quella parte dove alloggiano: Quel Palazzo del politico/burocrate dove si mettono in catalogo le risposte reali mai date assieme ai molteplici comunicati stampa che sfamano solo il desiderio di apparire degli estensori.

 Fortunatamente non tutti vestono questa divisa. Il meglio delle capacità, anche se composto da pochi elementi si trova invece in ogni compagine.

                Questi migliori disseminati sul territorio militano in parrocchie diverse. Sono i caproni che quando vedono un diverso caricano a testa bassa. Sono gli uomini più intelligenti che, nonostante le diversità, devono al contrario usare la testa per altre funzioni che non sia quella tipica dei caproni.

Compito delle migliori energie che si trovano distribuite nella società a 360 gradi, e quindi presenti in ogni gruppo sociale, è quella di riuscire in ogni caso a individuare continuamente una sintesi a livelli nobili e ai livelli più alti per il bene della città e del paese. Bice è schierata dalla parte di queste molteplici minoranze tese a lavorare per questi obiettivi.

 

 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...