Teatro Comunale di Modena.

Condividi su i tuoi canali:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print
Condividi su whatsapp
None

Venerdì    28 novembre 2008  ore 20 – turno A

Domenica 30 novembre 2008  ore 20 – turno B

 

 

FIDELIO

 

Opera in due atti di Josef Sonnleithner e Georg Friedrich Treitschke

da Léonore, ou L’amour conjugal di Jean-Nicholas Bouilly

 

Musica di Ludwig van Beethoven

Nuovo allestimento

Coproduzione Fondazione I Teatri di Reggio Emilia

Teatro Real di Madrid,

Festspielhaus Baden Baden,

Teatro Comunale di Ferrara

Fondazione Teatro Comunale di Modena.

 

 

Se l’azione del Fidelio si svolge in una prigione di Stato spagnola nel milleseicento, l’opera mette in scena lo spettacolo senza tempo di una vittima della tirannia in nome della verità (Florestan), salvata in extremis dall’amore della sua donna (Leonore). Lo spettatore rivive con quest’opera il sopruso del potere sulla libertà, moralmente e politicamente intollerabile, oggi come ieri.

Misurandosi quest’unica volta con il teatro musicale (un Singspiel che alterna musica, canto e testo parlato) Beethoven si ispirò a un genere cresciuto in Francia negli anni della rivoluzione denominato pièce à sauvetage in cui gli eroi positivi, rappresentanti delle forze del bene trionfano dopo aver subito ingiuste persecuzioni e dopo romanzesche peripezie, secondo un’affermazione ottimistica della fiducia nei valori della giustizia e della ragione.

Claudio Abbado ritorna a Modena, dove nel 2005 ha diretto Il flauto magico di Mozart, con una produzione che ha debuttato lo scorso anno a Reggio Emilia proseguendo con successo europeo a Madrid e Baden Baden.

Il regista Chris Kraus si è imposto all’attenzione del grane pubblico con 4 minuti (2006), film di argomento musicale ed espressione del nuovo cinema tedesco.

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...