“”Tassa sulla plastica, Bonaccini fa il gioco delle tre carte””

Condividi su i tuoi canali:

None
 
“”Da un lato non prende le distanze dal Pd di Governo che vuole introdurre questa misura, dall’altro la contesta promettendo che trasformerà le tasse in incentivi: non è mago Otelma””
 
“”Ha ragione la presidente dei senatori di Forza Italia Anna Maria Bernini: la plastic-tax avrà conseguenze disastrose per l’Emilia Romagna, distretto leader dell’imballaggio in Italia con 228 imprese e quasi 17mila occupati”. Lo dichiara Andrea Galli, capogruppo di Forza Italia in Regione.
“”In questo contesto il presidente della Regione Bonaccini prova a fare il gioco delle tre carte: da un lato non prende le distanze dal Pd di Governo che vuole introdurre questa misura, dall’altro la contesta promettendo che trasformerà le tasse in incentivi – continua Galli -. Bonaccini non è il mago Otelma: con questo Governo le tasse resteranno tasse e metteranno in ginocchio l’intero settore del packaging le cui aziende più importanti si trovano proprio sulla via Emilia, producendo oltre tre miliardi di fatturato all’anno, ossia il 60% dell’industria nazionale delle macchine automatiche. Bonaccini teme di perdere le elezioni di gennaio, e fa bene. Ma non basta giocare con le parole per cancellare la scure fiscale che la sinistra vuole abbattere sulle nostre aziende. Gli emiliano romagnoli non sono ciechi: la sua paura di essere sconfitto sono certo si trasformerà in certezza””.
 
[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

L’arco e le frecce

Un tragico incidente, un’uscita fuori strada autonoma, uno dei tanti drammi che insanguinano le nostre strade. Così, poteva essere reso noto e archiviato, ciò che

Non ti fidar dell’acqua cheta

Sull’Ansa ho trovato il lungo elenco di catastrofi provocate da frane e alluvioni in Italia negli ultimi settant’anni: 101 vittime nel Polesine (1951), 325 persone

Gli ambientalisti nelle pinacoteche

L’ultima moda di certi ambientalisti è utilizzare le pinacoteche ed i musei per protestare. Così in questi giorni cinque attivisti di ‘Ultima generazione’ sono entrati