Tafferugli in concomitanza dell’iniziativa de “La Terra dei Padri” sul No allo Jus Soli

Condividi su i tuoi canali:

None

 

Consiglio Comunale

Gruppo Consigliare Forza Italia

 

 

Oggetto: tafferugli in concomitanza dell’iniziativa de “La Terra dei Padri” sul No allo Jus Soli

 

 

Il Circo dei provocatori di Sinistra che erano attesi si è puntualmente manifestato davanti all’inziativa organizzata dalla “Terra dei Padri” sul No allo Jus Soli; come Forza Italia avevamo deciso di non partecipare essendo in disaccordo con l’impostazione dell’iniziativa che non ci trovava d’accordo sull’idea di chiamare “da fuori” gente che avrebbe causato l’arrivo dei provocatori.

 

Avremmo preferito un iniziativa “modenese” che non pemettesse, su un tema così importante, strumentalizzazioni ed aiuti al sindaco che, a pochi giorni dallo sgombero dell’Olympia e a Cavour tutt’ora occupato, gli ha permesso di portare a casa il duplice risultato di “dire qualcosa di Sinistra” e schiacciare il tema del No allo Jus Soli, come tema di estrema Destra.

 

Sottolineo che il sottoscritto è stato l’unico in Consiglio Comunale, nel silenzio generale di chi se ne frega, nei fatti, della Libertà d’espressione, a chiedere a Prefetto e Questore di garantire il regolare svolgimento della manifestazione, garantendo diritto di riunione e sicurezza ai partecipanti e tutela alla città; solo le Forze dell’Ordine, a cui va il nostro plauso, hanno permesso che non avvenissero scontri e tafferugli.

 

 

                                                                                                                 

   (Forza Italia)

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

“Lei non sa chi  sono io”

Quando   qualcuno ritiene che gli siano  dovuti privilegi o cure speciali, impunità compresa, ricorre all’espressione  che ho scelto come titolo e che  può essere declinata

C’era una volta il medico di famiglia

Le decisioni del Governo per accorciare le liste d’attesa, se incideranno relativamente sulla loro lunghezza, sono almeno un segnale d’attenzione alla crisi della sanità italiana. Le opposizioni gridano

La Corsa più bella del mondo 

La Corsa più bella del mondo torna dall’11 al 15 giugno con una cavalcata di 2200 chilometri che le magnifiche vetture costruite fra il 1927 e il 1957 percorreranno in cinque tappe, come da format inaugurato lo