Super Comune

Condividi su i tuoi canali:

"" di fatto, un Super Comune”, consentirebbe di offrire servizi sempre più associati, di maggior qualità, ottenuti con una minor spesa ""
art. di Alex Scardina

L’Unione Terre di Castelli ha l’opportunità di essere protagonista nel panorama nazionale ed europeo diventando laboratorio di un nuovo modo di amministrare la “Cosa Pubblica”. Sto parlando del comune unico. Il valore aggiunto della proposta, presentata nel gennaio 2011, risiede proprio nel proponente: Umberto Costantini, classe 1987, consigliere di centro sinistra di Spilamberto. Lo slogan adeguato per promuovere questo nuovo percorso potrebbe essere “un giovane per un’idea vincente”.

 

Infatti accorpare i comuni dell’Unione Terre di Castelli, inizialmente si tratterebbe di Spilamberto, Marano sul Panaro e Vignola, in futuro, eventualmente, gli altri comuni (Castelnuovo, Castelvetro, Savignano sul Panaro, Zocca e Guiglia) in un unico, e possibilmente unitario, ente, costituendo di fatto un “super comune”, consentirebbe di offrire servizi sempre più associati, di maggior qualità, ottenuti con una minor spesa e con una redistribuzione delle risorse umane. Senza contare la necessità di una sola amministrazione, di una sola giunta, di, magari, un solo Sindaco, per 60.000 abitanti.

 

A spiegare perché l’Unione non sia più sufficiente è lo stesso Costantini: “I Comuni individuali si sono spostati da una riva che sta franando (come effettivamente fanno le rive del nostro fiume) verso il fiume, cercando di arrivare all’altra riva. Problema: ora siamo in mezzo al fiume, con l’acqua alla vita e sassi scivolosi come unico appoggio. Può essere questa una situazione comoda? Non è una situazione inutile, non è inutile fermarsi in mezzo al guado, l’importante è capire dove vogliamo andare.”

 

La bontà del progetto è dimostrata dal vicino distretto ceramico di Sassuolo e dall’Unione Terre d’Argine, dove si è iniziato a dibattere sull’argomento. Lo studio di fattibilità sarà presto avviato; da registrare l’assenza di vincoli dello stesso, utile per consentire una discussione ragionata e basata solo sul merito della questione.

 

Qualcuno, però, potrebbe non essere d’accordo. Infatti, puntuali, sono arrivate le critiche al progetto. Ciò che maggiormente stupisce è la loro provenienza: i “dinosauri” dello stesso centro sinistra, area Pd, di Costantini. Anziché appoggiare e sostenere una giovane leva, si tenta di affossarlo, nella speranza che non faccia altri danni. Quindi ecco nascere pretestuose ostruzioni campaniliste, e, ovviamente, di poltrona, degli attuali Sindaci “rossi”. Ma il coro di no annovera, anche, quasi tutti i partiti o movimenti d’opposizione consiliare. Il perché dipende, nel caso di un vero super comune, dall’impossibilità di gestire le fitte trame e le dinamiche interne; non potendo più accontentare tutti, si renderebbero necessarie dolorosissime scelte.

 

Il tutto è poi da inquadrare nel ben più ampio contesto del federalismo. In effetti, allo stato attuale, le amministrazioni hanno visto progressivamente diminuire i contributi statali, venendo a conoscenza dei costi del federalismo, senza ancora verificarne e tastarne i benefici. Il super comune abbatterebbe i costi, venendo incontro all’esigenza di intaccare il meno possibile casse sempre più misere.

 

Che questo sia il destino che spetta a tutti noi?

 

Alex Scardina

 

 —————————————————————————————————————

Da questo numero inizia a collaborare con Bice il dr. Alex Scardina, al quale va il nostro saluto.

E’ un giovane storico dell’Arte, con Laurea conseguita nel 2008 preso l’Università di Bologna, ed è la  guida storico-culturale dell’associazione Eidos, presso il Castello di Vignola; si autodefinisce pertanto “prestato alla cronaca” nella quale, tuttavia, è brillante e attivo.

Scrive per la Gazzetta di Modena e ha creato un seguitissimo blog, VMG News, notizie dall’Unione Terre di Castelli, (http://vmgnews.blogspot.com/)che proprio il 3 aprile scorso ha compiuto un anno.

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

**NOI CONTRO LE MAFIE**

Incontro con GIUSEPPE ANTOCI Venerdì 10 febbraio ore 21 Istituto Alcide Cervi via Fratelli Cervi 9 – Campegine (RE) conduce Pierluigi Senatore Giuseppe Antoci, ex