Suoni entro le mura

Condividi su i tuoi canali:

None

Domenica 26 novembre 2017 (ore 16,30) nella Rocca di Vignola, quarto appuntamento della quattordicesima edizione della rassegna “SUONI ENTRO LE MURA” : FLUGSAMEN. Parallelismi fra brani classici e variazioni jazz”  con Stefano Calzolari (pianoforte) . Il titolo dell’intera rassegna 2017 è “Innovazioni armoniche. La reinterpretazione dell’armonia classica”. Organizzazione a cura della Fondazione di Vignola  con la collaborazione del Circolo Musicale “Giovanni Bononcini” di Vignola  e del Conservatorio “Giovanni Battista Martini” di Bologna.

 Come sottolinea Giovanna Galli del “Circolo Musicale Bononcini” di Vignola:  “La rassegna Suoni Entro le Mura 2017”   intende raccontare e fare comprendere al pubblico la rivoluzione armonica che ha attraversato il secolo scorso affiancando brani con stesura tonale, tipica della tradizione classica, ad altri originali, frutto del lavoro di arrangiamento personale dei musicisti. Ampio spazio dunque agli artisti invitati e alle loro opere di innovazione e ricerca, con una vasta proposta di composizioni originali e di rielaborazioni tratte dal repertorio classico, dall’universo jazz o dal mondo della tradizione popolare”             Domenica 26 novembre ,  il programma prevede musiche di Johan Sebastien BACH (1685-1750); Johannes BRAHMS (1833-1897); Francois COUPERIN (1668-1733), Georg Friedrich HAENDEL (1685-1759) e  Robert SCHUMANN (1810-1856);

PROGRAMMA                                                                                                                                                                            J. S. Bach – Variazione Goldberg n 30                                                                                                                                      J.S Bach – Corrente dalla suite francese n 2                                                                                                                   F. Couperin – Le Tic-toc-choc ou les Maillotins                                                                                                                             R. Schumann – Op. 15 n. 7 Traumerei                                                                                                                                           R. Schumann – Op. 15 n. 1 Von Fremden Ländern Und Menschen                                                                    J. Brahms – tema dal I movimento, Allegro non troppo, della  III sinfonia.                                                              G. F. Haendel – Lascia ch’io pianga

PRESENTAZIONE              Musica scritta e musica improvvisata, il jazz e la “classica”.                     Un’opposizione sempre più discussa nei suoi fondamenti storici ed estetici e confini sempre più “violati” dagli artisti. Quale “arte” nell’esecuzione di una partitura e nell’improvvisazione? Ma sono due arti diverse, o è la medesima arte, come sostiene un po’ tendenziosamente il titolo, i “semi volanti” che attecchiscono qua e là, indifferenti al tipo di terreno, agli schemi, alle geografie, alle tradizioni?

Dice Stefano Calzolari: “Ho creato per questo concerto parallelismi tra brani classici e musica jazz, ho scelto brani che per una qualche ragione mi hanno sempre stimolato ad usare il jazz come parafrasi, variazione, parodia, metamorfosi”.

NOTE BIOGRAFICHE Pur avendo frequentato nel corso della sua formazione il mondo accademico, il pianista Stefano Calzolari ha trovato nel jazz e nell’improvvisazione il suo linguaggio ideale. Ha studiato con Luca Flores, Franco D’Andrea, Enrico Pieranunzi con cui ha ultimato gli studi al  “Corso di alta Qualificazione Professionale per Pianisti Jazz”. L’innata curiosità verso musiche differenti, senza preclusioni di sorta, lo ha portato a raggiungere livelli di competenza professionale in vari generi e a frequentare musicisti di ogni parte del mondo. Ha suonato in importanti Festival in Italia e all’estero.

L’ingresso è libero, fino ad esaurimento dei posti. Non è consentito a concerto iniziato. La durata è di circa un’ora. Tutti gli appuntamenti sono eseguiti nella Sala dei Leoni e dei Leopardi.

IL QUINTO e ULTIMO CONCERTO della quattordicesima edizione della rassegna “SUONI ENTRO LE MURA 2017”  è prevista pe domenica 3 dicembre 2017 (sempre alle ore 16,30 presso la “Rocca di Vignola”) E’ intitolato “I Colori di Ieri e di Oggi. I linguaggi della tradizione e del presente a confronto, alla ricerca della musica del futuro”  con la partecipazione dei giovani compositori del “Conservatorio G.B. Martini” di Bologna. 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Amici della Musica di Modena

CONCERTI D’OGGI Domenica 11 dicembre – ore 17:00 Modena – Hangar Rosso Tiepido DUO PIANISTICO SCHIAVO-MARCHEGIANI Marco Schiavo – pianoforte Sergio Marchegiani – pianoforte Musiche