“”Sulle pubblicità classiste dei licei “bene”

Condividi su i tuoi canali:

None
Qui di seguito trovate la presa di posizione sulle pubblicità ‘classiste’ di alcuni noti licei italiani (tra i quali il “”Visconti”” di Roma ed il “”Parini”” di Milano) da parte di Claudio Bellotti, scelto a livello nazionale come “”capo della forza politica (la legge impone tale definizione) della nostra lista “”per una Sinistra Rivoluzionaria“”. Buona lettura.
 
 

“”Sulle pubblicità classiste dei licei “bene” ora si stracciano tutti le vesti ma quasi nessuno ricorda che l’origine di questa vergogna risale all’introduzione dell’autonomia scolastica, misura varata dai governi di centrosinistra tra il 1998 e il 2000.
La logica dell’autonomia è quella della scuola azienda. Non più scuola pubblica che dovrebbe garantire l’istruzione a tutti, ma scuola azienda che vende i suoi servizi sul mercato della formazione, capeggiata dal preside-manager.
La prima riforma fu quella Berlinguer (1999-2000), poi ripresa e ulteriormente peggiorata dalla Moratti col governo Berlusconi. 
Taglio dei finanziamenti, richieste crescenti di contributi alle famiglie, riduzione dell’offerta, impoverimento dei programmi, autoritarismo dei presidi, umiliazione di tutte le componenti scolastiche (studenti, docenti, personale) sono state le conseguenze di quasi trent’anni di logiche di mercato introdotte nell’istruzione pubblica. E tutti quelli che ora si scandalizzano hanno contribuito a questo scempio””.
 

 

                                        per una Sinistra Rivoluzionaria (Modena)  

 

— 

 

 
[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Chi sporca, paga

O, almeno, così dovrebbe essere. Il sacro diritto al dissenso e alla protesta, che nessuno si sogna di negare, non deve sconfinare oltre i limiti.

Prepararsi a diventare vecchi

Un sacerdote, in un’omelia rivolta a un gruppo di settantenni, ha invitato a ‘prepararsi a diventare vecchi’ e la prima reazione: intanto vecchio bisogna riuscire

“Tutta un’altra aria”

È questo il titolo del convegno nel quale, i ricercatori di CNR-ISAC, ART-ER, PRO AMBIENTE e del Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” di ingegneria sanitaria