SULLA VERTENZA ITALPIZZA

Condividi su i tuoi canali:

None

Il Segretario Generale della CST UIL di Modena e Reggio Emilia Luigi Tollari, ritiene che la sollecitazione di una rapida soluzione della vertenza, richiesta a gran voce anche dal Sindacato di Polizia sia tutta legata al tavolo sindacale che con tanta fatica CGIL, CISL e UIL insieme alle categorie interessate hanno messo insieme. Ringraziamo le forze dell’ordine e il SIULP per il prezioso lavoro svolto e l’intelligente gestione di questa situazione critica anche per l’ordine pubblico.

Con le istituzioni, prefetto e sindaco abbiamo avuto un confronto chiaro e costante. Se il tavolo di trattativa è ancora aperto lo si deve anche a loro. Ma anche le aziende coinvolte e le associazioni non possono più perdere tempo. E’ ora che l’azienda formalizzi una proposta che vada incontro alle giuste rivendicazioni poste in campo dalle lavoratrici e dai lavoratori dell’Italpizza e delle cooperative. Una sintesi e una mediazione possibile può essere anche sostenuta da passi concreti della pubblica amministrazione; il sindacato confederale e le categorie insieme faranno la loro parte per giungere ad un accordo dignitoso. Il vuoto non esiste e nella mancanza di risultati concreti prevale la disperazione e l’estremismo di chi, senza porsi tanti problemi, preferisce far chiudere le aziende piuttosto che agire come sindacato.

 

                                                                                                                      

                                                                        

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Chi sporca, paga

O, almeno, così dovrebbe essere. Il sacro diritto al dissenso e alla protesta, che nessuno si sogna di negare, non deve sconfinare oltre i limiti.

Prepararsi a diventare vecchi

Un sacerdote, in un’omelia rivolta a un gruppo di settantenni, ha invitato a ‘prepararsi a diventare vecchi’ e la prima reazione: intanto vecchio bisogna riuscire

“Tutta un’altra aria”

È questo il titolo del convegno nel quale, i ricercatori di CNR-ISAC, ART-ER, PRO AMBIENTE e del Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” di ingegneria sanitaria