Storiella: Riflessi pronti

Condividi su i tuoi canali:

None

Al reparto alimentari si presenta un omino di Cinisello con faccia da pignolo e piantagrane, e chiede al commesso mezzo cocomero.

          Un momento solo signore, devo chiedere una cosa al responsabile.

Il commesso si avvia verso gli uffici direzionali senza accorgersi che il cliente lo segue. Entra nell’ufficio del responsabile e prorompe:

          Direttore, c’è un cretino di là che mi ha chiesto mezzo cocomero.

Cenni disperati del responsabile, che ha visto il cretino in questione.

Il commesso si gira e, senza fare una piega, dice:

          E poi ci sarebbe questo gentleman che sarebbe interessato a prendere l’altra metà.

Risolta la situazione, il responsabile e il commesso si ritrovano da soli nell’ufficio:

          Giovanotto, – dice il direttore, – stava per combinare un bel disastro, ma non ho potuto fare a meno di ammirare il sangue freddo con cui è riuscito a venirne fuori. Vorrei sapere qualcosa di più sul suo conto. Come si chiama?

           Mi chiamo Pasquale Quagliarulo, signore, e vengo da Napoli, città di grandi calciatori e grandi mignotte.

Il direttore:

           Mia moglie è di Napoli…

          Ah, sì? E in che ruolo gioca?

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Leva obbligatoria

La politica italiana gioca ai soldatini senza nemmeno sapere le regole del gioco. La politica italiana conferma la sua impreparazione sui temi militari e questa