Storiella: La signora e il Genio della lampada

Condividi su i tuoi canali:

None

Una donna, passeggiando in un bosco, improvvisamente inciampa in qualcosa che, ad una più attenta analisi, si rivela essere un’antica lampada ad olio. Inizia a strofinarla ed immediatamente appare il Genio.

          Posso avere i miei tre desideri? – chiede lei.

          No. – risponde il Genio – Purtroppo, a causa dei cattivi tempi, della recessione, della globalizzazione, dell’inflazione, etc., oggi come oggi posso esaudire un solo desiderio. Dunque, che cosa vorresti?

Lei prende una cartina geografica e dice:

          In tal caso vorrei la pace in Medio Oriente. Vedi la cartina? Vorrei che questi Paesi la smettessero di farsi la guerra!

Il Genio butta un occhio alla cartina e sbotta:

          Accidenti, questi Paesi sono in guerra da tempi remoti! Non credo di poterci fare niente. Sono potente, ma non così tanto. Devi chiedermi qualcos’altro!

La donna ci ripensa un po’ su e dice:

          Non sono mai riuscita a trovare l’uomo giusto: sensibile ed affettuoso, capace di rispettarmi come persona e come donna, che sappia farsi carico della metà dei lavori domestici, che sia un bravo amante e non passi tutto il tempo a guardare lo sport in TV o a leggere quasi esclusivamente i giornali sportivi, che sia sensibile, che si ricordi degli anniversari e che non mi tradisca!

Il Genio rimane zitto e poi sospirando dice:

          Fammi un po’ rivedere quella maledetta cartina …

  http://www.ciao.it/2004_Settembre__Opinione_539619

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

L’arco e le frecce

Un tragico incidente, un’uscita fuori strada autonoma, uno dei tanti drammi che insanguinano le nostre strade. Così, poteva essere reso noto e archiviato, ciò che

Non ti fidar dell’acqua cheta

Sull’Ansa ho trovato il lungo elenco di catastrofi provocate da frane e alluvioni in Italia negli ultimi settant’anni: 101 vittime nel Polesine (1951), 325 persone

Gli ambientalisti nelle pinacoteche

L’ultima moda di certi ambientalisti è utilizzare le pinacoteche ed i musei per protestare. Così in questi giorni cinque attivisti di ‘Ultima generazione’ sono entrati