Stati Generali

Condividi su i tuoi canali:

""Essere amministrati da una compagine con tali fratture al suo interno, crea disagio nei cittadini, delude chi questa compagine l’ha eletta e rafforza nel dissenso tutti coloro che non le hanno dato il voto"". Acute osservazioni della modenese DOC La Dina


Ringrazio per i commenti al mio articolo.

In effetti vi è una sorta di rottura profonda nel PD, partito a cui il Sindaco Pighi e molti assessori appartengono.

Lascia pensare che se una squadra non fa più squadra (mi scuso per la cacofonia) anche la linea di pensiero non è più la stessa con conseguenze veramente tragiche. Insomma non si può lavorare bene insieme se gli ideali comuni iniziano ad essere veramente e profondamente diversi, tanto da doversi parlare a mezzo giornale, tanto da  non riuscire ad avere un confronto coerente e “”sano”” in privato.

Oltretutto questo sbandierare in piazza le proprie profonde divergenze, che rasentano in alcuni casi il comico, danno l’idea non più di un’amministrazione, ma di un teatrino in cui viene fatto un brutto spettacolo e di cui i cittadini pagano – sempre più spesso purtroppo – il prezzo più alto.

Essere amministrati da una compagine con tali fratture al suo interno, crea disagio nei cittadini, delude chi questa compagine l’ha eletta e rafforza nel dissenso tutti coloro che non le hanno dato il voto.

Come si può pretendere di mandare avanti la “”baracca – Comune””, snaturando l’ente pubblico tanto da far pensare di avere di fronte un’agenzia di intermediazione immobiliare e di costruzione?

Come rendere credibile e fattibile un’amministrazione del bene pubblico quando si “”amputano”” alberi e si toglie spazio verde e campi da gioco per costruire orribili palazzi con volumi stabiliti da chi abita in luoghi meno ristretti?

Ovvero chi lo dice che io sto bene a dormire in una stanza bassa e stretta perchè tanto si dorme quindi non la si “”sfrutta””?

E se soffro di senso di oppressione devo stare ai soliti dictat di chi magari abita (e vi abita davvero) in appartamenti in zone di pregio?

Come si permettono queste persone di trattare il cittadino comune come una mezza calzetta rispettando, prima di chi da anni vive e abita e quindi paga le tasse a Modena, tutti quanti gli altri?

C’è qualcosa che non va davvero e questa è solo la prima serie di domande che ci si inizia a fare, in tanti, rispetto a qualche anno fa  quando ancora si stava un po’ meglio e certi malumori e certi malesseri erano circoscritti e comunque  facevano fatica a emergere e a trovare il coraggio di essere esposti.

Fossi nel timoniere un pensierino ce lo farei e se fossi nell’opposizione finalmente mi darei una “”scantata”” invece di stare a guardare solo gli errori senza produrre altro che polemiche.

Abbiamo bisogno di fatti e ne abbiamo bisogno non da oggi, ma da anni fa!

 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

TUTTE LE MOSTRE APERTE E AD INGRESSO LIBEROIN OCCASIONE DELLA FESTA DEL PATRONO DI MODENAMartedì 31 gennaio 2023, ore 11-19 Mostre in corso Minecraft Museum

Appuntamenti del weekend

Ultime proposte di GennaioOrario di apertura del Centro Tutti in letargo – sede di FormigineSabato 28 gennaio dalle 16.30 alle 18 – I giorni della merla: costruiamo