Stagione lirica: nuovo allestimento di Ernani dii Giuseppe Verdi

Condividi su i tuoi canali:

None

Va in scena venerdì 3 aprile 2009 alle 20.30 e domenica 5 aprile alle 15.30 per la stagione lirica della Fondazione Teatro Comunale di Modena Ernani di Giuseppe Verdi, in un nuovo allestimento presentato in coproduzione con il Teatro Municipale di Piacenza e il Teatro Alighieri di Ravenna.

La direzione è affidata a Giampaolo Bisanti mentre regia, scene e costumi dello spettacolo sono firmate da Massimo Gasparon.

A fianco dell’Orchestra Regionale dell’Emilia-Romagna e del Coro del Teatro Municipale di Piacenza, l’interpretazione è affidata a un cast che conta, nei ruoli principali, Luca Salsi, Giacomo Prestia, Amarilli Nizza e Renzo Zulian.

 

Ispirata al dramma contemporaneo Hernani di Victor Hugo, già celebre al suo tempo come uno dei manifesti del teatro romantico, l’opera di Verdi debuttò il 9 marzo del 1844 al Teatro La Fenice di Venezia con un successo quasi trionfale, tanto da essere rappresentata in altre quattordici città italiane e rimanere a lungo il titolo più eseguito del compositore. Solo alla Scala di Milano e al San Carlo di Napoli Ernani andò in scena per ben otto stagioni per un totale di oltre duecento rappresentazioni.

 

La partitura segna un punto di svolta importante nel percorso artistico dell’autore, spostando l’attenzione dai soggetti corali di ambientazione storica di Nabucco e dei Lombardi alla prima crociata all’espressione della dimensione umana dei personaggi. Verdi si tuffa così in pieno romanticismo popolare, e fa della violenza dei sentimenti la materia e l’interesse della sua musica. È una strada, quella del dramma psicologico individuale, che lo porterà di lì a pochi anni a un risultato definitivo con Rigoletto, La traviata e Il trovatore.

 

Nato nel 1972, Giampaolo Bisanti si è perfezionato con Donato Renzetti debuttando negli anni Novanta ne La Lettera Anonima di Donizetti al Teatro Litta di Milano. Vincitore di numerosi premi nazionali e internazionali, dal 1995 è direttore principale dell’Orchestra Mozart di Milano e viene regolarmente ospitato da prestigiose orchestre internazionali dirigendo in Italia, Stati Uniti, Giappone, Francia, Ungheria, Svizzera, Sudamerica e Grecia. Recentemente ha diretto con successo Madama Butterfly al Teatro Valli di Reggio Emilia per la regia di Daniele Abbado, Manon Lescaut al Teatro Massimo di Palermo, Orphée et Euridice al Comunale di Bologna e Macbeth a Trento, Rovigo e Pisa.

Nato a Venezia nel 1969, Massimo Gasparon è stato, a partire dal 1989, assistente di Pier Luigi Pizzi, partecipando a importanti produzioni internazionali. Ha curato, in qualità di regista, scenografo e costumista, Die Konigin von Saba di Goldmark e Giovanna d’Arco di Caikovskij al Royal Theatre del Wexford Opera Festival, Artaserse di Hasse al Teatro Rossini di Lugo, Amadigi di Haendel al San Carlo di Napoli, Tancredi al Teatro Verdi di Trieste e in tourunée a Osaka e Tokyo, Maometto II di Rossini a Bilbao e di nuovo Tancredi a Toulon.

(segue locandina dello spettacolo)

 

 

Teatro Comunale Luciano Pavarotti di Modena

Venerdì 3 aprile ore 20,30 . turno A

Domenica 5 aprile ore 15,30 . turno B

 

Ernani

Dramma lirico in quattro parti di Francesco Maria Piave

da Hernani di Victor Hugo

Musica di G iuseppe V erdi

 

 

 

Personaggi e interpreti

Don Carlo Luca Salsi

Don Riccardo Enzo Peroni

Don Ruy Gomez de Silva Giacomo Prestia

Elvira Amarilli Nizza

Ernani Renzo Zulian

Giovanna Maria Cioppi

Jago Romano Franci

 

 

Direttore Giampaolo Bisanti

Regia, scene e costumi Massimo Gasparon

Luci Fiammetta Baldiserri

 

Maestro del coro Corrado Casati

Orchestra Regionale dell’Emilia-Romagna

Coro del Teatro Municipale di Piacenza

 

Nuovo allestimento

Coproduzione Teatro Municipale di Piacenza

Fondazione Teatro Comunale di Modena

Teatro Alighieri di Ravenna

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

SASSUOLO ANTIQUARIATO VINTAGE

Un weekend in cui il “tradizionale” mercato dell’antiquariato del primo sabato del mese in piazza Garibaldi raddoppia. Si svolgerà, infatti, sabato 3 e domenica 4