Speciale Nonantola

Condividi su i tuoi canali:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print
Condividi su whatsapp
In questi giorni tra i problema di cui si parla in paese il più sentito è l’inizio lavori della tangenziale. Su questo argomento , e non solo, abbiamo raccolto il punto di vista del capogruppo di FI-PdL di Nonantola ing. Matteo Malaguti

Che cosa c’è di nuovo da segnalare da parte del capogruppo di FI-PdL di Nonantola?

 

Nonostante di tangenziale a Nonantola si parli da decenni e nonostante le ultime amministrazioni di sinistra la abbiano inserita come priorita’ nei loro programmi, a partire dalla giunta di Stefano Vaccari (attuale assessore provinciale al Bilancio)  fino all’attuale guidata dal Sindaco Pier Paolo Borsari, la tanto attesa infrastruttura e’ sempre piu’ lontana.

Dopo il recente annuncio dell’inizio della procedura di revoca dell’appalto alla ditta che lo aveva vinto diversi anni fa e che era bloccato a causa di un contenzioso i tempi per l’inizio dei lavori della tangenziale di Nonantola sembrano farsi sempre piu’ lunghi.
E adesso, con la possibile pubblicazione di un nuovo bando di gara per individuare una nuova ditta che prenda in carico l’opera, si ricomincia in pratica da capo e l’unica certezza e’ che i lavori della tanto promessa variante non partiranno nemmeno nel 2008, ovvero quello che da piu’ parti era stato definito “”l’anno buono””

A questo punto e’ evidente il fallimento politico di una giunta, quella guidata dal Sindaco Borsari, che tante parole ha speso per impegnarsi a far partire la tangenziale, illudendo i cittadini nonantolani, senza mai arrivare a mantenere quella promessa.

 

 

Questo è ciò che passa la maggioranza in Comune, invece la minoranza nel suo complesso come si sta comportando?

 

Come gruppo di minoranza di centrodestra facciamo il nostro dovere, ovvero una opposizione dura ed  intransigente ma al tempo stesso concreta, per cercare di far capire ai cittadini come l’approssimazione e l’impreparazione degli amministratori che si sono succeduti in questi anni alla guida del Comune di Nonantola  abbiano sicuramente contribuito ad arrivare alla situazione attuale, tanto piu’ che la competenza della tanto evocata opera e’ stata trasferita dal 2004 alla Provincia di Modena, e quindi gestita di concerto con le istituzioni locali.

Resta l’amarezza di aver visto sprecare tanti anni in chiacchiere e annunci propagandistici da parte degli esponenti della sinistra locale, quando invece Nonantola, paese in continua espansione che ha da poco superato i 15.000 abitanti, continua ad essere soffocata dal traffico e dallo smog.

 

Avete già chiaro che sarà il vostro candidato a Sindaco alle prossime amministrative? Quale nome o quali nomi stanno emergendo?

 

Per quanto riguarda le prossime amministrative stiamo lavorando per presentare una coalizione il piu’ possibile ampia, che vada dal PDL alla Lega Nord, includendo eventuali indipendenti o forze minori, per cercare di portare il Comune di Nonantola almeno al ballottaggio, risultato che sarebbe sicuramente storico in uno dei paesi piu’ “”rossi”” d’Italia.

 

Nelle individuazione di questi “” CANDIDATI   “” dal suo punto di vista è bene affidarsi al metodo tradizionale fin qui usato dai partiti o sarebbe meglio sperimentare “”Le primarie”” ?

 

Sono certamente favorevole alle primarie e a tutti i meccanismi che introducano elementi di democrazia nelle scelte dei candidati, a tutti i livelli, compreso quello comunale.

 

 

Nei molteplici Bar sport della provincia a proposito di Forza Italia si dice che sia tuttora divisa in ala lenziniana e ala bertoliniana: Lei cosa dice in proposito?

 

Dico che ormai occorre guardare alla formazione del PDL e piuttosto assicurarsi che in quella nuova formazione politica siano ben saldi i principi di democrazia e meritocrazia nella scelta dei dirigenti e dei candidati alle elezioni

[ratings]

Ultimi articoli

I nostri social

Articoli popolari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Al Dio sconosciuto

In questi  giorni, per la  prima volta credo  nella vita di tutti,  sentiamo veramente  il problema della siccità… Per quanto sia endemico, sembrava solo un

Gli italiani non votano…

Ci sono frasi che rimangono nella memoria delle persone e nella storia di un popolo. Una di queste, pare sia state detta da Vittorio Emanuele

Il salario minimo?  Davvero?

Il salario minimo verrà applicato anche agli schiavi che lavorano per tre euro l’ora, al sud e al nord, o per loro nulla cambia in

‘I dolori del giovane Giggino”

Normalmente un movimento qualunquista dura tre o quattro anni. Il M5S , che è il prototipo del qualunquismo populistico per eccellenza, è durato oltre 12