Solidarietà alla Ministra della Integrazione Cécile Kyenge Kashetu

Condividi su i tuoi canali:

None

COMUNE DI MODENA

Consiglio Comunale di Modena

Gruppi Consiliari del “Partito Democratico”, di “Sinistra Ecologia Libertà”, …………………………

 

Modena 2 maggio 2013

 

  • Alla Presidente del Consiglio Comunale
  • Al Sindaco

 

ORDINE DEL GIORNO URGENTE

 

Oggetto: solidarietà alla Ministra della Integrazione della Repubblica Italiana, italiana e modenese di origini congolesi, Cécile Kyenge Kashetu e condanna dell’attacco razzista e misogino di cui è stata oggetto.

 

Premessa

Il quotidiano “la Repubblica” del 30 aprile us riportava le pesanti offese contro la Ministra della Integrazione, italiana e modenese di origini congolesi, Cécile Kyenge Kashetu. Gli attacchi e le offese, ad opera di gruppi nazi-fascisti e del deputato europeo della Lega Nord Mario Borghezio, riportati dal quotidiano[1], hanno come riferimento il “colore della pelle”.

Sempre l’eurodeputato Borghezio, nella trasmissione radiofonica di Radio Due “un giorno da pecora”, ha inoltre aggiunto <<ha la faccia da casalinga e non da ministro>>.

I Siti internet della galassia culturale e politica nazi-fascista (stormfront, duce.net, benitomussolini.com) e i profili presenti sui social network riportano sguaiati e intollerabili insulti personali, facendo spesso riferimento a concetti nefasti quali la “purezza della razza italiana”.

 

 

Il Consiglio Comunale di Modena (Città Medaglia d’Oro al Valor Militare della Resistenza)

dichiara

– la propria totale solidarietà alla neo-ministra Cècile Kyenge Kashetu colpita da  attacchi personali espressione della più greve e vile sottocultura nazista e fascista, purtroppo ancora presente nel panorama mediatico e politico nazionale;

– la condanna più ferma e convinta verso ogni forma di razzismo e discriminazione di genere;

 

segnala al Parlamento Europeo che al proprio interno siede un parlamentare, Mario Borghezio, che con le sue dichiarazioni, contro un Ministro della Repubblica Italiana, ha palesemente violato

         i principi e la lettera della Carta dei Diritti Fondamentali della Unione Europea che all’art.21 sancisce il divieto di ogni discriminazione;

         i principi e la lettera all’art. 2 del trattato sull’Unione europea che recita: L’Unione si fonda sui valori del rispetto della dignità umana, della libertà, della democrazia, dell’uguaglianza, dello Stato di diritto e del rispetto dei diritti umani, compresi i diritti delle persone appartenenti a minoranze. Questi valori sono comuni agli Stati membri in una società caratterizzata dal pluralismo, dalla non discriminazione, dalla tolleranza, dalla giustizia, dalla solidarietà e dalla parità tra donne
e uomini;

 

 chiede

  1. che lo Stato (Magistratura, Ministero dell’Interno, Forze di Polizia) indaghi con rapidità e senza indugio alcuno, alla ricerca dei responsabili di tanta ignobile bassa violenza verbale e morale che configura il reato penale di “incitamento all’odio razziale”;
  2. che tutte le forze politiche locali dichiarino in maniera chiara e netta la condanna dell’intollerabile attacco razzista e misogino;
  3. al Parlamento Europeo nella figura del Presidente Martin Schultz, in caso di mancate dimissioni del deputato Borghezio, di assumere ogni misura sanzionatoria/disciplinare prevista dal regolamento del Parlamento Europeo.

 

Paolo Trande (Pd)

 

Federico Ricci (SEL)

 

Caterina Liotti (Presidente Consiglio comunale)

 

Nulla osta per invio alla Stampa

 

Si prega di inviare a:

                     Presidente del Consiglio dei Ministri (Letta)

                     Ministro degli Interni (Alfano)

                     Ministro della Giustizia (Cancellieri)

                     Presidente del Parlamento Europeo (Schultz)

                     Prefetto di Modena (Basile)

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

DA OGGI LE NUOVE MISURE ANTISMOG

Entrano in vigore anche a Sassuolo, come nelle restanti realtà appartenenti al Pair 2030, le nuove misure per la gestione della qualità dell’aria. Lo stabilisce

Storia dellaDemocrazia Cristiana

Presentazione del libro11 Marzo 2024ore 18.00     Carissime, carissimila Democrazia Cristiana è stata un partito attraversato da diverse fasi storiche che ne hanno caratterizzato l’attività