Sogno di una notte di mezza estate

Condividi su i tuoi canali:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print
Condividi su whatsapp

I sogni delle persone qualsiasi, costrette dalla vita ""a volare in basso""  non sono suggestivi nè sono destinati a rimanere impressi...non per questo, io credo che essi abbiano  minore dignità, anzi, e come i sogni dei grandi pensatori, meriterebbero di diventare realtà. Sogno, fra molte altre trascurabili cose, che si  abbandonino le liturgie stucchevoli  delle  candeline, dei gessetti colorati e dei palloncini... dopo ogni tragedia... nonchè manifestazioni come quella di Bassano del Grappa, con il Ponte degli Alpini invaso da corpi distesi, a commemorare le vittime di Nizza o il  Davide di  Michelangelo,dipinto di nero e steso a terra, in centro a Firenze, in segno di lutto.  La morte è una cosa seria. Il folklore e le attrazioni da baraccone per i turisti,  riserviamoli ad altro.

Non solo i carismatici leader politici e le guide spirituali “”sognano””  mutamenti  della condizione umana e della società…ma  anche le persone comuni, anche i cittadini qualsiasi, sognano e anelano a qualche cambiamento, anche se sicuramente questi sogni, trascurabili e piccoli,  non sono all’altezza dei sogni eternamente impressi nell’immaginario collettivo  come quelli  dei grandi personaggi della Storia e del passato, lontano e  recente.

Io sogno, in questa estate  amara e torrida, che i tiranni  possano essere rimossi  non da un golpe, o dall’anagrafe… ma con l’arma della matita copiativa e della scheda elettorale.
Sogno che il capo   che ha neutralizzato un colpo di stato,  usi  il Diritto, e non le cinghiate, le umiliazioni fisiche, le percosse, le decapitazioni…per reprimere e “”pareggiare i conti””  con chi   voleva destituirlo come sta facendo in questi giorno Erdogan, dopo il fumoso  golpe fallito del 15 luglio.

Sogno che tutti siano almeno liberi dal bisogno, che abbiano almeno una vita dignitosa e che,  in un mondo di “”poveri cristi””  dai conti in rosso, dalle tasche vuote, dalla vita segnata dalle privazioni e dalle difficoltà,  chi se la passa decisamente  meglio, abbia almeno il buon gusto di non ostentare la propria fortuna, immortalandosi su Instagram,  mentre, a bordo di un jet privato  raggiunge con la famigliola l’agognata meta delle vacanze, come ha fatto la signora Sonia Bruganelli coniugata Bonolis che ha definito  “”frustrati””  gli italiani che non hanno gradito un granchè questa sua  grossolana ostentazione di opulenza.

Sogno, forse ancora più illudendomi, che l’estate torni ad essere rovente solo come clima  e non per il martellante susseguirsi di tragedie, come il disastro ferroviario in Puglia, come  l’attentato terroristico di Nizza.

Sogno che, dopo la retorica sull’abbattimento delle frontiere,sulla necessità dell’accoglienza,  dopo i discorsi  che sembrano oscillare  tra l’essere criminale e complice menzogna  oppure vana utopia; dopo i fiumi di parole e imbonimenti  sull’integrazione …con   quel suggestivo  “”approccio olistico al problema dell’immigrazione””  di cui la Kyenge è portabandiera, concetto  colmo di vuoto, si pensi davvero, con realismo e onestà, alle difficoltà e ai problemi “”anche”” di chi la subisce, l’immigrazione, in campi come  il lavoro, la sicurezza, la vivibilità.

Sogno che chi ha in mano i nostri destini parli meno e pensi di più… A qualsiasi  ideologia, partito, fazione appartenga.

E, dato che sono in vena di sogni, mi piacerebbe che venissero abbandonate le liturgie stucchevoli  delle  candeline, dei gessetti colorati e dei palloncini… dopo ogni tragedia… nonchè manifestazioni come quella di Bassano del Grappa, con il celebre Ponte degli Alpini invaso da corpi distesi, a commemorare le vittime di Nizza o la copia del  Davide di Michelangelo,dipinto di nero e steso a terra, a Firenze,  in segno di lutto.

La morte è una cosa seria. Il folklore e le attrazioni da baraccone per i turisti,  riserviamoli ad altro.

^^^^^^^^^^^^^^^^^^

Vi illustro brevemente il numero on line da oggi. I titoli  in grassetto portano direttamente agli articoli, per rendere più agevole la consultazione di Bice anche alle persone che hanno fretta  e  che  non hanno molto tempo a disposizione.

 

Sogno di una notte di mezza estate

di A.D.Z.

Golpe in Turchia

de Il Pensatore Libero

Più che un golpe, è stato una parodia di golpe : dilettanti allo sbaraglio o polpetta avvelenata di Erdogan?

Democrannia, in nome e per volonta’ del popolo

di Alberto Venturi

Sembra  che  questi siano segni del tempo: le persone prima delle idee, le corti al posto dei partiti e dei movimenti, gli elettori invece dei cittadini.

Cara e Vecchia Europa

di Massimo Nardi

Meno incontri per salvare le Banche, più riunioni per salvare l’Europa dal pericolo Islam.

Prove di Futuro

di Roberto Armenia

Il destino delle città e del patrimonio culturale italiano. “La bellezza non è una merce, ma un     patrimonio spirituale… Pensare la città storica vuol dire pensare la comunità umana, il diritto al lavoro e il diritto alla città.

Oscar Abelli

di Laura Rebuzzi

Il musicista di origini parmensi, attualmente residente nel reggiano,  dall’anima zingara ma di un  raffinato e sempre sorridente spirito ironico, con questa intervista ci trasmette l’essenza della sua filosofia di fare arte.

Prove di Futuro a Vignola

di Corrado Corradi

Il report fotografico dell’evento  tenutosi  a Vignola il 16 luglio 2016 nella rubrica Visti da Vicino

Auguro a tutti buona settimana, buone vacanze, buona lettura del n. 525 -193.

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...