Sisma, Kyenge “Bene proroga Regione, attenzione ora su risposta Ue”

Condividi su i tuoi canali:

None

 

L’europarlamentare modenese Pd interviene su proroga per imprese agricole decisa da Regione

 

«È una richiesta giusta e deve trovare accoglimento. I danni ingenti e la complessita` della ricostruzione non consentono di rispettare i termini previsti. Sono da tempo impegnata, insieme al collega eurodeputato Paolo De Castro, perche´ la Commissione dia una risposta positiva in merito.» Cosi` l’eurodeputata modenese del Pd Ce´cile Kyenge commenta la richiesta inoltrata alla Commissione Europea per la proroga dei termini per la conclusione dei lavori e liquidazione dei contributi alle stesse imprese agricole, istanza sottoscritta da tutte le organizzazioni agricole del territorio e avanzata alla Commissione europea dalla Regione e dal ministero dell’Agricoltura. Ecco la sua dichiarazione:

 

“Bene ha fatto il Presidente Bonaccini, d’accordo con i sindaci e gli assessori competenti, Costi e Caselli, ad emanare l’ordinanza che proroga i termini dal 28 febbraio al 30 aprile per la presentazione delle domande di contributo per i danni subiti dalle imprese agricole colpite dal sisma. La complessità del recupero del nostro patrimonio rurale ha bisogno di piu` tempo per la ricostruzione. È una richiesta giusta e deve trovare accoglimento. I danni ingenti e la complessita` della ricostruzione non consentono di rispettare i termini previsti. Sono da tempo impegnata, insieme al collega eurodeputato Paolo De Castro, perche´ la Commissione dia una risposta positiva in merito. Teniamo alta l’attenzione sul nostro territorio colpito da una gravissima calamita` naturale, a maggior ragione quando come in questo caso le ragioni di merito alla base di questa richiesta ci sono tutte. L’agricoltura e` uno dei settori piu` importanti sul nostro territorio, che, gia` colpito dalla tragedia del terremoto, deve essere messo nelle condizioni di rilanciarsi portando a termine la ricostruzione del tessuto di imprese agricole colpite, cogliendo anche l’opportunita` per innovarsi””.

 

 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...