Simone Ghiaroni è il ‘digital champion’ fioranese

Condividi su i tuoi canali:

None

Simone Ghiaroni è il ‘digital champion’ fioranese

Ha incontrato la stampa con il sindaco Francesco Tosi

 

Questa mattina, lunedì 16 febbraio, si è svolto presso la Sala Giunta della sede municipale, l’incontro con la stampa per presentare alla comunità il nuovo digital champion di Fiorano Modenese Simone Ghiaroni.

Il Digital Champion, carica istituita dall’Unione Europea nel 2012, è un ambasciatore dell’innovazione, presente in ogni Paese, con il compito di rendere i propri cittadini “digitali”; non è retribuito, non ha staff e non ha budget. Svolge anche un ruolo di stimolo nei confronti del governo e di raccordo in sede europea

Nel settembre scorso il Presidente del Consiglio Matteo Renzi ha nominato il giornalista Riccardo Luna. A differenza dei predecessori e in linea con la raccomandazione dell’Unione Europea di declinare la carica andando sul territorio (“going local”), ha deciso di nominarne uno in ogni comune: poco più di 8000. Una rete di attivisti, volontari, appassionati di digitale con il compito di mobilitare il paese porta a porta, con tre obiettivi: dovranno essere una sorta di help desk per gli amministratori pubblici sui temi del digitale; dovranno muoversi come difensori del cittadino in caso di assenza di banda larga, wifi ed altri diritti negati; dovranno promuovere, anche con il ricorso al crowdfunding, progetti di alfabetizzazione digitale, dai bambini ai nonni.

Per Fiorano, sulla base del curriculum presentato, è stato scelto Simone Ghiaroni, nato a Sassuolo il 20 giugno 1981, antropologo, membro del Laboratorio di etnologia dell’Università di Modena. Ha conseguito il Dottorato di ricerca in Antropologia, storia e teoria della cultura presso il SUM Istituto Italiano di Scienze Umane di Firenze e l’Università di Siena. È stato ricercatore presso il Laboratoire d’Anthropologie Sociale del Collège de France di Parigi. Africanista di formazione; si occupa ora di antropologia cognitiva della comunicazione mediata dagli oggetti, antropologia del design, antropologia digitale, e business anthropology. In particolare incentra la sua ricerca sui concetti di creatività, consumo, innovazione e trasmissione culturale, tecnologie dell’immagine.

Francesco Tosi sente come amministrazione il problema di colmare il gap fra ciò che il prgresso tecnologico offre e la capacità di utilizzo da parte dei cittadini. A Fiorano, dove il livello di scolarizzazione è fra i più bassi della regione, c’è il bisogno di aumentare la partecipazione all’innovazione attraverso l’acquisizione di competenze da parte dei cittadini e dei giovani, ad esempio attraverso lo sviluppo dei fablab.

Simone Ghiaroni svolgerà un ruolo di referente territoriale sia per la pubblica amministrazione, che per le imprese e i cittadini promuovendo la digitalizzazione nella scuola e i servizi di e-government, incoraggiando l’imprenditorialità, il sostegno alle aziende, spingendole ad abbracciare le nuove tecnologie e ad essere più competitive, contribuendo alla ricerca e all’innovazione. 

Mentre in Italia continua la selezione dei vari digital champion a livello locale, Simone Ghiaroni comincia il suo ruolo, che evolverà secondo le richieste, le proposte e le domande che gli verranno dal territorio. In questa prima fase, chi intende contattarlo può lasciare i propri rferimenti all’Urp (0536.833.239). Per saperne di più sul ruolo è possibile visitare il sito www.digitalchampions.it

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Leva obbligatoria

La politica italiana gioca ai soldatini senza nemmeno sapere le regole del gioco. La politica italiana conferma la sua impreparazione sui temi militari e questa