SI È CONCLUSA QUESTA MATTINA LA 13° EDIZIONE DEL MEMORIAL STEFANO ANTICHI

Condividi su i tuoi canali:

None

 

Sui campi di terra rossa del Club La Meridiana vince Chiara Catini

Ha sconfitto in tre set la testa di serie numero uno Stefania Rachel Rubini. Entrambe

le finaliste staccano così il biglietto per partecipare a Roma agli Internazionali BNL d’Italia.

Casinalbo di Formigine, venerdì 15 aprile 2022. È Chiara Catini la vincitrice della 13° edizione del “Memorial Stefano Antichi”, conclusosi questa mattina al Club La Meridiana di Casinalbo di Formigine. La tennista romana, che gareggia per il TT Vianello di Roma, a sorpresa ha battuto la testa di serie numero uno del tabellone Stefania Rachel Rubini la cui prestazione è parsa condizionata da un problema muscolare alla gamba destra. Il match si è protratto per oltre due ore e si è concluso a favore della tennista della capitale dopo tre set molto combattuti con il punteggio 6-4, 4-6, 6-4.

Con la finale di oggi si chiude nel migliore dei modi, con ottimo tennis e un buon numero di spettatori, Il “Memorial Stefano Antichi”, nato per ricordare il fondatore, scomparso nel 2009, dell’azienda modenese Lasa Metalli. Il torneo, è importante ricordarlo, è decisamente particolare, un unicum nel tennis, dato che è valido come qualificazione regionale dell’Emilia-Romagna per le atlete che ambiscono a entrare nel tabellone della manifestazione tennistica più importante del nostro Paese, gli Internazionali BNL d’Italia, in programma dal 2 al 15 maggio a Roma. Secondo il regolamento entrambe le finaliste oggi hanno perciò staccato il biglietto per l’appuntamento tennistico italiano più importante del nostro Paese.

“Sono davvero molto soddisfatta – ha dichiarato Chiara Catini – perché erano tre anni che tentavo di vincere per partecipare agli Internazionali d’Italia. Purtroppo, anche a causa degli infortuni subiti ho avuto molte difficoltà. Oggi però ho giocato il mio miglior tennis della stagione e così sono riuscita a battere un’avversaria davvero molto forte.”

“Per noi è stato un ritorno alla quasi totale normalità e già questo ci rende particolarmente sodisfatti. A ciò si aggiunge l’ottima qualità delle tenniste, provenienti da tutta Italia, che ci ha permesso di assistere a partite molto combattute e a gesti tecnici molto interessanti. Un plauso va prima di tutto alle giocatrici, quindi al direttore di gara e agli arbitri e a tutti i miei collaboratori che hanno gestito al meglio l’organizzazione” ha commentato il direttore del Club La Meridiana, Elio Agnoli.

A premiare la prima e la seconda classificata sono stati il Vicesindaco del comune di Formigine, l’Assessore allo Sport Marco Biagini, Antonio Fontana, Consigliere del Club La Meridiana e Massimo Antichi, figlio di Stefano al quale è intitolato il torneo.

Da sottolineare infine che su uno dei pennoni, accanto alla bandiera italiana e dell’Unione Europea sventolava la bandiera della Ucraina, un gesto di attenzione per un popolo che sta vivendo la tragedia della guerra.

 

Ufficio Stampa Club La Meridiana – Nevent

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

L’arco e le frecce

Un tragico incidente, un’uscita fuori strada autonoma, uno dei tanti drammi che insanguinano le nostre strade. Così, poteva essere reso noto e archiviato, ciò che

Non ti fidar dell’acqua cheta

Sull’Ansa ho trovato il lungo elenco di catastrofi provocate da frane e alluvioni in Italia negli ultimi settant’anni: 101 vittime nel Polesine (1951), 325 persone

Gli ambientalisti nelle pinacoteche

L’ultima moda di certi ambientalisti è utilizzare le pinacoteche ed i musei per protestare. Così in questi giorni cinque attivisti di ‘Ultima generazione’ sono entrati