Sgradevole e amaro, persino nel suono

Condividi su i tuoi canali:

Sgradevole e amaro, persino nel suono, il termine “femminicidio” è una categoria criminologica tristemente nota, nonché in incremento costante.
art. di A.D.Z.

 

Donne, di ogni età, ma soprattutto giovani e giovanissime molto spesso, vengono uccise.Si usa la parola “”femminicidio”” Credo che proprio la sua sgradevolezza, proprio il suo evocare  la femmina, e non la donna, abbia una sua ragione d’essere, quella di scuotere, differenziando anche per genere, quello che è l’ottundimento di fronte ai reati, alla consuetudine dei delitti che quotidianamente  ci è dato conoscere.

Sgradevole e amaro, persino nel suono, il termine “femmicidio”  è una categoria criminologica  tristemente nota, nonché in incremento costante.

In concomitanza con la celebrazione del 25 novembre, Giornata contro la violenza alle donne, e con la presentazione del libro “Per non dargliela vinta”, di Giovanna Ferrari, madre di Giulia Galiotto uccisa dal  marito nel febbraio del 2009, Bice ospita , divisa in due parti, l’intervista realizzata dall’Avv. Gian Carla Moscattini  contestualmente alla madre della vittima e all’Avv. Elisa Vaccari, legale della famiglia  Galiotto.

Nell’intervista, che richiama il titolo del libro, Per non dargliela vinta (prima e seconda parte),  ci sono   le parole di amarezza e di denuncia,  di una madre, alla quale la pena cui l’assassino è stato condannato appare davvero esigua, di fronte ad un delitto dalle modalità così efferate. Visti da altra angolazione,  quella squisitamente giuridica, il delitto e lo stato del processo, con le risposte dell’Avv. Elisa Vaccari  dello Studio legale Moscattini, che assiste la  signora, madre della parte lesa.

Alex Scardina firma BIL: Benessere Interno Lordo, ponendo in discussione, con molto acume, il limite di sostenibilità della crescita del PIL e i suoi effetti eventuali.

C.V. in questo primo articolo, Prove tecniche di tornata elettorale, parla della “sinistra” ossia del  PD,  dei problemi e delle incongruenze legate  alla scelta effettuata con le primarie. Nel prossimo, se il fermento all’interno del PdL si sarà placato, sarà la volta della “destra” che metto fra virgolette, perché, come evidenzia  il Sen. Paolo Danieli  nel suo articolo, intitolato Destra e Sinistra, si chiede quanto abbia un senso, almeno qui in Italia, usare questi due termini.

Sempre di politica, e di primarie, si parla nel bell’articolo di Giancarlo Pizzuto, autore del libro “Come le ossa del lombrico”, che i lettori di Bice conoscono già. Quando 2 euro sono ancor più primari delle primarie. Qui da cittadino, da elettore, da padre di famiglia, da persona responsabile…esprime  con amarezza la delusione, per i bizantinismi della politica così lontana dal Paese, dalla gente, dai problemi del quotidiano.

Come sempre, la  Rubrica dei lettori, spazio riservato ai vostri consigli e alle vostre segnalazioni, e  Dove c’è una notizia c’è Bice! La nuova pagina di Face Book, per avere sempre Bice con voi.

Buona settimana e buona lettura del n. 349-3.

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

L’arco e le frecce

Un tragico incidente, un’uscita fuori strada autonoma, uno dei tanti drammi che insanguinano le nostre strade. Così, poteva essere reso noto e archiviato, ciò che

Non ti fidar dell’acqua cheta

Sull’Ansa ho trovato il lungo elenco di catastrofi provocate da frane e alluvioni in Italia negli ultimi settant’anni: 101 vittime nel Polesine (1951), 325 persone

Gli ambientalisti nelle pinacoteche

L’ultima moda di certi ambientalisti è utilizzare le pinacoteche ed i musei per protestare. Così in questi giorni cinque attivisti di ‘Ultima generazione’ sono entrati