SETTEMBRE FORMIGINESE: EVENTO INAUGURALE

Condividi su i tuoi canali:

None

 

Concerto della Fanfara dei Carabinieri e riconoscimento ad associazioni e operatori sanitari che hanno prestato servizio durante la pandemia

 

La cinquantesima edizione del Settembre formiginese inaugura con un evento dall’alto valore simbolico e civile.

In piazza Calcagnini, alle ore 20 di venerdì 3 settembre, si terrà la cerimonia per il conferimento della cittadinanza onoraria al Milite ignoto. Con una deliberazione del Consiglio comunale approvata all’unanimità, dunque, il Comune di Formigine coglie l’invito di ANCI ad onorare i caduti di tutte le guerre, in occasione del centenario della traslazione della salma di un soldato ignoto all’Altare della patria (Roma, 4 novembre 1921-2021).

Seguirà il concerto della Fanfara del Terzo Reggimento Carabinieri “Lombardia”. La Fanfara, composta da trenta elementi e diretta dal Maresciallo Capo Andrea Bagnolo, affianca ai tradizionali compiti svolti durante parate e cerimonie militari, una intensa attività concertistica con un ampio repertorio che va dalle tradizionali marce militari ai brani classici, a quelli moderni e contemporanei, come accadrà all’ombra del castello formiginese il 3 settembre.

Sarà questa l’occasione anche per conferire un attestato di merito alle associazioni di volontariato e agli operatori sanitari che hanno lavorato con estrema dedizione e spirito di servizio durante la pandemia. Saranno 37 le realtà del Terzo Settori che saranno “premiate” e 21 i rappresentanti del mondo della sanità.

Si accede con green pass fino ad esaurimento posti.

“La pandemia è un evento che coinvolge tutta la comunità e gli sforzi di tutti, per combatterla, si sono rivelati e si stanno rivelando preziosi. Sapevamo che i formiginesi hanno un cuore grande e anche in questa occasione non si sono tirati indietro. Hanno dimostrato la loro solidarietà nei modi più disparati: dalla distribuzione delle mascherine alla cittadinanza, alla consegna dei medicinali per gli anziani; dai controlli per evitare gli assembramenti alla presenza presso i punti vaccinali. Al loro ringraziamento unisco quello per chi si è trovato in prima linea di fronte al virus: operatori sanitari e forze dell’ordine”.

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...