Seta: fateci capire!

Condividi su i tuoi canali:

None

1)     Perché dopo avere raggiunto il pareggio di bilancio con ATCM si è deciso di buttarsi in un nuovo baratro di perdite a carico dei cittadini?

2)     Perché i modenesi avrebbero dovuto accollarsi le perdite previste di 696.000 (24% quota partecipazione su 2.900.000 di perdite 2012 previste) quando la società di trasporto pubblico locale per la prima volta nella storia aveva prodotto un utile?

3)     Chi dovrà ripianare le ulteriori perdite previste nel 2012 per complessivi 5 milioni di euro (contro i 2.9)? La quota di Modena di 1.200.000 (24%) chi la paga?

4)     Quali sarebbero dovuti essere gli enormi vantaggi derivanti dalla fusione in termini concreti per i cittadini modenesi?

5)     Cosa intende l’assessore Sitta quando durante la commissione del 5 settembre dichiara che “Modena si è comportata con generosità con i partner dell’operazione” ?

6)     Perché “Modena” ha lasciato nella nuova società ben 2 milioni di euro che erano di Sua competenza?

7)     Perché l’assessore Sitta ribadisce che la scelta fatta è “oggi ancora assolutamente condivisibile” come se quanto successo non avesse alcuna valenza, in più trattandosi di denaro in gran parte pubblico?

8)     L’assessore Sitta può escludere che saranno i modenesi a doversi sobbarcare oneri aggiuntivi derivanti da scelte che alla luce dei fatti si possono definire scellerate?

9)     Perché l’assessore Sitta insiste nel parlare della fusione con Reggio e Piacenza come di una “scelta lungimirante” quando i risultati a pochi mesi sono tanto disastrosi da provocare le dimissioni dal CDA dei soci privati ?

10)   Perché nella commissione del 5 settembre non è stato spiegato minimamente da cosa derivi la maggior perdita prevista al 31/12/2012 (2.100.000 in più di cui solo per 1/3 si parla di aumento di costo del carburante, comunque prevedibile) ?

11)   Come è possibile che a distanza di pochi mesi dalla fusione, ci siano così macroscopiche differenze contabili da quanto previsto?

12)   Nel progetto di fusione si prevedeva il pareggio di bilancio in 3 anni. Adesso, alla luce dello scostamento dal budget 2012 in quanti anni si pensa di arrivare al pareggio?

13)   Quali sono le vere ragioni che hanno portato gli amministratori modenesi ad aderire entusiasticamente alla fusione con 2 società dai numeri assolutamente negativi?

14)   Se la regione dovesse metterci una pezza, non si pensa che le residue risorse pubbliche andrebbero canalizzate verso le zone terremotate anziché a coprire errori cui i politici hanno responsabilità enormi?

15)   Perché non si ammettono colpevolmente gli errori, intanto politici poi si vedrà se di solo politici si tratta, e si fa immediatamente sciogliere la società neo costituita viste le incertezze ed i danni economici che certamente graveranno sulla collettività e di cui non si immagina neppure il limite? 

 

Il Capogruppo Modena Futura

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

L’arco e le frecce

Un tragico incidente, un’uscita fuori strada autonoma, uno dei tanti drammi che insanguinano le nostre strade. Così, poteva essere reso noto e archiviato, ciò che

Non ti fidar dell’acqua cheta

Sull’Ansa ho trovato il lungo elenco di catastrofi provocate da frane e alluvioni in Italia negli ultimi settant’anni: 101 vittime nel Polesine (1951), 325 persone

Gli ambientalisti nelle pinacoteche

L’ultima moda di certi ambientalisti è utilizzare le pinacoteche ed i musei per protestare. Così in questi giorni cinque attivisti di ‘Ultima generazione’ sono entrati