Serendipità – La mela più famosa

Condividi su i tuoi canali:

None

Serendipità

La mela di Newton

Non si deve pensare che la serendipità abbia portato soltanto a scoperte di immediata praticità. La serendipità è anche alla base di molte intuizioni che hanno rivoluzionato l’ordine delle cose.

Una vale per tutte, ed è nota a chiunque. È la classica mela di Newton.

Quante volte un uomo ha visto staccarsi una mela dal ramo e cadere con un pesante tonfo prima del 1665, l’anno in cui il ventitreenne del Lincolnshire avanzò la teoria della forza di gravità? Si potrebbero fare due conti, ma il numero diverrebbe impossibile da scrivere, talmente tanti zero avrebbe.

Ebbene, nonostante miliardi di miliardi di mele cadute, nessuno prima si era chiesto come mai una mela cadesse perpendicolarmente al suolo, invece di deviare a destra o a sinistra, oppure facendo una traiettoria ricurva. Newton avrebbe avuto l’illuminazione in un afoso dopo pranzo di una calda estate britannica: la mela cade a perpendicolo perché è attratta dal centro della terra.

Nasce così la teoria della gravità, che rivoluzionerà il mondo; da una mela caduta e osservata con la lente della serendipità. Uscendo di casa per andare in giardino, infatti, Newton non aveva la benché minima intenzione di scoprire la gravità, che neppure immaginava esistesse.

http://www.zadig.it/serendip/serendip.htm

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

L’arco e le frecce

Un tragico incidente, un’uscita fuori strada autonoma, uno dei tanti drammi che insanguinano le nostre strade. Così, poteva essere reso noto e archiviato, ciò che

Non ti fidar dell’acqua cheta

Sull’Ansa ho trovato il lungo elenco di catastrofi provocate da frane e alluvioni in Italia negli ultimi settant’anni: 101 vittime nel Polesine (1951), 325 persone

Gli ambientalisti nelle pinacoteche

L’ultima moda di certi ambientalisti è utilizzare le pinacoteche ed i musei per protestare. Così in questi giorni cinque attivisti di ‘Ultima generazione’ sono entrati