Seguito agli articoli di stampa sulla moschea

Condividi su i tuoi canali:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print
Condividi su whatsapp
None

Il Comune di Fiorano non ha in agenda il tema moschea, perché nessun fioranese ha avanzato richieste in tale senso e perché non ci sono tavoli istituzionali aperti su questo tema.

La “decisione” sassolese di fare costruire la moschea a Fiorano, Formigine o Maranello è stata conosciuta soltanto attraverso la stampa. Se Sassuolo prende una decisione che riguarda altri comuni senza confrontarsi con le rispettive amministrazioni, non può stupirsi se la risposta non è quella desiderata, ma  altrettanto ferma: “Il problema l’avete voi”.

Gli impegni elettorali assunti dall’attuale amministrazione di Sassuolo valgono per questa città e non sono vincolanti per altri comuni e per altre forze politiche.

Se Sassuolo ha pagato nell’associazione fardelli più pesanti degli altri comuni, si vedrà come bilanciare questi pesi, ma l’amministrazione di Fiorano ribadisce invece che Sassuolo ha avuto fino ad oggi i vantaggi di tutti i più importanti servizi pubblici; lo hanno voluto tenacemente nel corso di cinquant’anni le amministrazioni di tutti i colori politici. Debbono anche assumersene gli oneri.

Nessuno può obbligare Sassuolo a rimanere nell’Associazione dei Comuni; gli amministratori faranno le loro valutazioni e si assumeranno la responsabilità delle scelte di fronte ai cittadini, alle forze economiche e sociali. Fino a quando rimane nell’associazione dei comuni, deve rispettare l’altrui autonomia decisionale e nessuna decisione può essere imposta, ma soltanto condivisa.

Se invece di fare vetrina dai giornali, Sassuolo avesse proposto il tema nell’Associazione dei Comuni, il confronto avrebbe potuto essere più approfondito e motivato, inserito in un contesto complessivo di sviluppo del distretto che tenga conto dei temi di natura urbanistica, sociale, culturale e dei diritti delle persone. Troverà sempre la massima disponibilità e collaborazione a lavorare positivamente per il bene dei cittadini, anche perché Fiorano conferma l’obiettivo di approdare all’Unione dei Comuni, per razionalizzare le spese e rendere più efficaci i servizi.

 

Ufficio Stampa

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Ripensare il turismo  futuro

La tragedia della Marmolada lascia  sgomenti e annichiliti, per la gravità del bilancio che si va aggravando di ora in ora, con due cordate di

Riflessioni sull’aborto

La decisione della Corte suprema statunitense di lasciare ad ogni stato dell’Unione la libertà di legiferare sul diritto all’aborto, ha riportato in prima pagina un