Seggiovie di Montecreto e Pievelago

Condividi su i tuoi canali:


Modena. Pelloni (Lega): “Accelerare la messa in funzione delle seggiovie di Montecreto e Pievelago”Presentata un’interpellanza per chiedere conto degli interventi destinatari di finanziamenti regionali del 2018. L’assessore Corsini: “Iter burocratici complessi: a breve gli impianti entreranno in funzione”La giunta spieghi perché le seggiovie di Montecreto e Pievepelago (Modena) non sono ancora entrate in funzione nonostante siano risultate destinatarie di ingenti contributi regionali assegnati nel 2018. Lo chiede con un’interpellanza Simone Pelloni (Lega) facendo riferimento in particolare agli impianti Grotti – Monte Cervarola e Sant’Anna Pelago – Poggio Scorzatello.“Seggiovie e impianti di risalita -ha sottolineato il consigliere- sono strutture fondamentali per il territorio dell’Appennino emiliano-romagnolo e rappresentano un enorme volano di crescita e sviluppo per il turismo e l’interna economia montana, in particolare per la pratica dello sci e degli sport invernali. La Regione Emilia-Romagna ha finanziato con contributi propri diversi interventi di realizzazione e sostituzione di seggiovie e impianti di risalita sul territorio regionale, tra cui la sostituzione della seggiovia Grotti – Monte Cervarola nel Comune di Montecreto, con 1.400.000 euro, e la sostituzione della seggiovia Sant’Anna Pelago – Poggio Scorzatello nel Comune di Pievepelago, con 1.886.732,74 euro. Risultano anche contributi per le revisioni e i collaudi”.Ha risposto l’assessore al Turismo Andrea Corsini: “Per la realizzazione di nuovi impianti a fune o loro sostituzione servono diversi pareri da parte degli organi competenti e i Comuni si trovano spesso a dover chiedere proroghe per le tempistiche vista la complessità dell’iter burocratico. Le opere in oggetto hanno subito ritardi prima per via del Covid, poi per l’aumento dei costi e per la difficoltà di reperimento della materie prime, infine per i bandi di gara andati deserti. Per l’impianto di Cervarola sono state da poco effettuate le prove di funzionamento con esito positivo e, appena terminato l’iter, la seggiovia potrà entrare in funzione. Per la seggiovia di Poggio Scorzatello il Comune sta procedendo con la ditta aggiudicataria e si conta sull’apertura estiva”.Il consigliere si è detto soddisfatto facendo però un appunto: “Sull’eccessiva burocrazia italiana abbiamo ancora un problema. Alcune lungaggini sono dovute anche agli stessi Comuni che potevano fare di più e meglio. Almeno un impianto di Montecreto poteva essere messo in funzione quest’inverno. Sarà mia cura continuare a sollecitare che le risorse vengano messe a terra nel più breve tempo possibile”.(Lucia Paci)La comunicazione istituzionale del Servizio informazione dell’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna dal 30 marzo 2023 è soggetta alle disposizioni in materia di par condicio
[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...