Se potessi avere mille sbarchi al mese….

Condividi su i tuoi canali:

None

E invece, caro Ministro Maroni,  sono mille al giorno, un vero esodo in massa che dove ancora raggiungere il suo apice ! Scusate, ma in Tunisia, e da pochi giorni anche in Egitto, non hanno già detronizzato i despoti e cambiato i governi sotto la spinta della sollevazione popolare ?

Allora perché questi fuggono proprio ora e poi per venire in un paese antidemocratico come il nostro dove, nonostante le reiterate proteste di uomini, donne, bambini, opposizione e magistratura, il Grande Despota di Arcore non è ancora caduto ?

Scusate di nuovo, ma secondo voi chi vuole fuggire da paesi che hanno appena riconquistato la democrazia, l’ordine e la giustizia dopo 30 anni di dittatura? Aspettate qualche mese e poi imparerete a vostre spese chi sono questi fuggiaschi.. Mi ricorda la similitudine con i fatti del ’93, quando l’ex ambasciatore italiano in albania ci avvisò, inascoltato, che il nuovo governo di Sali Berisha stava ripulendo le carceri e riempendo una nave, destinazione Puglia, con oltre tremila galeotti: li accogliemmo con carità e comprensione e loro gettarono le basi per una proficua collaborazione con la Sacra Corona Unita.

Scommettiamo che i centri di prima accoglienza, che erano stati chiusi, si riapriranno come le porte del Giubileo e se ne appronteranno dei nuovi ?

Come a Lampedusa, dove noi contribuenti da un anno paghiamo anche il centro di prima accoglienza dell’isola, ancora sotto la gestione di “”Lampedusa accoglienza””, chiuso ma con 10 dipendenti stipendiati e altri 15 in cassa integrazione.

 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Gettare il sasso e nascondere la mano…

È un copione assai noto: c’è chi lancia pubblicamente un metaforico sasso, offendendo, insinuando, accusando… in modo voluto e inequivocabile, qualcuno e poi, vigliaccamente, nega

Appunti sulle Amministrative

ASTENSIONISMO All’appello dei votanti manca la metà degli aventi diritto… e stiamo parlando di votare per la propria città, non solo per la lontana Europa.