Sciopero regionale del trasporto pubblico indetto per venerdì 26 aprile

Condividi su i tuoi canali:

SETA S.p.A. comunica che per venerdì 26 aprile 2024 le segreterie provinciali delle organizzazioni sindacali FILT-CGIL, FIT-CISL, UILTRASPORTI, UGL AUTOFERRO e FAISACISAL hanno comunicato l’adesione per i bacini di Modena, Reggio Emilia e Piacenza allo sciopero regionale del trasporto pubblico locale di n. 4 ore, proclamato dalle Segreterie Regionali FILT-CGIL, FIT-CISL, UIL-TRASPORTI, FAISA-CISAL, UGL FNA.

L’adesione allo sciopero da parte dei lavoratori SETA potrebbe compromettere la regolarità del servizio di trasporto pubblico, con modalità differenti a seconda del bacino provinciale di riferimento. 

Per ogni ulteriore dettaglio è possibile consultare le relative pagine del sito web di SETA: Modena – Reggio Emilia – Piacenza  

Il servizio riprenderà regolarmente con le corse che inizieranno dopo il termine delle eventuali astensioni dal lavoro. Le corse garantite anche in caso di sciopero sono indicate nelle tabelle orarie pubblicate nelle sezioni “Linee” del sito web.

Per ogni ulteriore informazione è possibile contattare SETA al numero telefonico 840 000 216, o via WhatsApp al numero 334 2194058.

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Chi sporca, paga

O, almeno, così dovrebbe essere. Il sacro diritto al dissenso e alla protesta, che nessuno si sogna di negare, non deve sconfinare oltre i limiti.

Prepararsi a diventare vecchi

Un sacerdote, in un’omelia rivolta a un gruppo di settantenni, ha invitato a ‘prepararsi a diventare vecchi’ e la prima reazione: intanto vecchio bisogna riuscire

“Tutta un’altra aria”

È questo il titolo del convegno nel quale, i ricercatori di CNR-ISAC, ART-ER, PRO AMBIENTE e del Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” di ingegneria sanitaria