Scienze…che passione!!!

Condividi su i tuoi canali:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print
Condividi su whatsapp
None

Il 2007 si è aperto all’insegna delle scienze, confermando la ricorrenza del numero sette nelle scienze e nella tecnologia .

Nel 1507 è stata pubblicata la prima mappa della Terra, comprendente anche l’America; nel 1637, il filosofo Cartesio, nel Suo libro “Geometrie”, racconta il suo rivoluzionario concetto scientifico; nel 1857 vengono scoperti i fossili dell’uomo di Neanderthal;  nel 1907, l’astronomo belga Georges Lemaitre spiega la teoria del Big Bang come origine dell’Universo; nel 1957, l’Unione Sovietica lancia il primo satellite artificiale, lo Sputnik-1, e dà inizio all’era spaziale; nel 1977, l’inventore americano Dennis Hayes lancia sul mercato il primo modem per computer e inaugura l’era Internet, che, nel 2007, presenta molte novità, tra cui la realizzazione del sogno di “Internet dovunque”, con la mobilità senza fili, a larga banda. Quest’anno si è aperto anche con i risultati degli studi (cui ha offerto un notevole contributo il modenese Rodolfo Guzzi, direttore della stazione di Matera dell’Agenzia Spaziale italiana”), che dimostrano che i continenti tendono a fondersi nuovamente, per cui, tra 50 milioni di anni, l’Africa si fonderà con l’Europa, con la sparizione del Mare Mediterraneo, che diventerà la catena dei Monti Mediterranei.

Ma il 2007, contradditoriamente, segna ancora il passo nella ricerca e nelle iscrizioni alle facoltà scientifiche, costringendo diverse Università a sviluppare un’organica e intensa attività di informazione e promozione per le facoltà scientifiche.

I giovani sono sempre più attirati dall’irrazionale, dal misticismo, dall’onirico.

 

 

 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...