Sbagliato chiudere la sala d’attesa della autostazione delle corriere

Condividi su i tuoi canali:

None

In questi giorni è stato annunciata da parte dell’Amministrazione Comunale di Nonantola la chiusura della sala d’attesa della autostazione delle corriere di Via C.Battisti.

Dopo tanti anni nei quali abbiamo denunciato il degrado crescente della autostazione delle corriere  adesso il Comune di Nonantola, invece di pensare ad ulteriori interventi migliorativi e di recupero strutturali, pensa bene di chiudere anche la sala

d’attesa, ultimo punto di riferimento per quanti utilizzano i mezzi pubblici a Nonantola.

Il degrado della autostazione delle corriere di Nonantola e’ cosa nota da anni, anche a causa della vicinanza della stessa con una frequentata discoteca, ubicata proprio a ridosso del cento storico e vicino ad abitazioni, ma la soluzione a nostro avviso non era certo quella di chiudere la sala d’attesa, privando i cittadini di un qualsivoglia punto di riferimento per l’attesa delle corriere.Arriviamo così al paradosso di un Comune, Nonantola, con oltre 14.000abitanti, in espansione, con un traffico elevatissimo, che si priva adesso anche dell’unico locale adibito a sala d’attesa presso l’autostazione delle corriere.

Una bella contraddizione tra l’altro  per chi da una parte rende sempre più difficile la vita agli utenti dei mezzi pubblici, soprattutto studenti e anziani, e dall’altra vorrebbe promuovere campagne di limitazione dell’utilizzo delle automobili per diminuire l’inquinamento.

Ci auguriamo che, per rispetto dei cittadini che sono soliti utilizzare le corriere come mezzo di spostamento, l’Amministrazione

Comunale ci ripensi e metta in cantiere, invece dell’utilizzo dell’ex autostazione delle corriere come sede di iniziative di dubbia utilità come quelle legate alla prevenzione del disagio giovanile, la restrutturazione ed il recupero della stessa come vera e propria sala d’attesa a disposizione dei nonantolani

 

Gruppo Consiliare Forza Italia Nonantola

Il Capogruppo

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Gettare il sasso e nascondere la mano…

È un copione assai noto: c’è chi lancia pubblicamente un metaforico sasso, offendendo, insinuando, accusando… in modo voluto e inequivocabile, qualcuno e poi, vigliaccamente, nega

Appunti sulle Amministrative

ASTENSIONISMO All’appello dei votanti manca la metà degli aventi diritto… e stiamo parlando di votare per la propria città, non solo per la lontana Europa.