Sassuolo: “Il grande pasticcio della moschea”

Condividi su i tuoi canali:

None

Dopo aver gridato ai quattro venti che a Sassuolo non c’era posto per luoghi di culto islamici, adesso spunta l’ipotesi di un’area nel quartiere Ancora, di fianco alla chiesa

 

Il capogruppo del Pd in Consiglio comunale Susanna Bonettini commenta la notizia di una trattativa in corso tra Comune e associazioni islamiche per la costruzione di una moschea nel quartiere Ancora. Ecco la sua dichiarazione.

Dopo aver gridato ai quattro venti che a Sassuolo non c’era posto per le moschee, dopo aver alimentato a dismisura la paura dell’Islam, dopo aver scaricato il problema sugli altri Comuni del comprensorio, dopo aver costretto i lavoratori di fede musulmana a pregare per strada, ecco che il sindaco Caselli tira fuori dal cilindro un altro coniglio: una moschea nel quartiere Ancora, di fianco a una chiesa. E il bello è che i sassolesi lo vengono a sapere non dal Comune, come dovrebbe essere, ma da indiscrezioni riportate dalla stampa.

E’ da tempo che chiediamo a questa giunta chiarezza sul problema della moschea e soprattutto soluzioni ragionevoli capaci di conciliare la libertà religiosa con le esigenze di chi risiede nelle vicinanze del luogo di culto. La giunta di centrodestra, con un misto di intolleranza e improvvisazione, è riuscita solo a infilarsi in un grande pasticcio dal quale ora tenta con fatica di uscire procurando forti mal di pancia alla Lega che sulla paura costruisce i suoi consensi.

Da tempo il Pd ha chiesto alla giunta tre cose: a) spiegare ai sassolesi quali sono i siti individuati per collocare in via definitiva la moschea; b) come intende informare la cittadinanza; c) dove andranno a pregare i musulmani in attesa della nuova sistemazione. Stiamo ancora aspettando una risposta. Quanto dovremo aspettare ancora? E soprattutto, quanto dovranno aspettare ancora i cittadini sassolesi, compresi quelli che hanno dato il loro voto al centrodestra sperando – in buona fede – che fosse in grado di risolvere i loro problemi?”.

 

Sergio Gimelli

Ufficiostampa

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Leva obbligatoria

La politica italiana gioca ai soldatini senza nemmeno sapere le regole del gioco. La politica italiana conferma la sua impreparazione sui temi militari e questa