Sassuolo, DDL Zan, Severi (FI): ‘Dalla minoranza PD ostruzionismo evidente in Consiglio Comunale per non discutere l’Ordine del Giorno’

Condividi su i tuoi canali:

None

 

 

“”Con l’evidente intento di evitare un’imbarazzante discussione sull’Ordine del Giorno da me presentato di contrarietà al DDL Zan in vista della discussione in Senato, la minoranza PD in Consiglio Comunale a Sassuolo, si è lanciata in un boicottaggio persino lampante. Impedendo di fatto la trattazione dell’Ordine del Giorno sul DdL Zan,  allungando strumentalmente fino alla mezzanotte, orario fissato per il termine della seduta, con ininterrotti interventi sul penultimo Ordine del Giorno sul disagio giovanile. Documento, quest’ultimo, a firma PD, certamente importante ma già condiviso, tanto da non esserci stato alcun  dibattito da parte dei consiglieri di maggioranza perché da approvare all’unanimità. Ne prendiamo atto, la discussione sul DdL ZAN  contro l’omotransfobia sarà rinviata a settembre. Evidentemenete solo  per noi era importante che anche il Consiglio comunale di Sassuolo si esprimesse rispetto a questo Disegno di Legge, prima della discussione definitiva in Senato. Per noi era doveroso risvegliare in merito  l’attenzione dei cittadini sassolesi attraverso il dibattito consiliare. Niente da fare! Ma un messaggio ne è uscito comunque forte e chiaro. I dissensi sotto traccia nel PD e loro alleati,  e le contese politiche interne, hanno fatto scegliere ai consiglieri di minoranza di Sassuolo  il silenzio alla trattazione di questo tema, con una postilla importante: ad ogni costo””

 

 

 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Chi sporca, paga

O, almeno, così dovrebbe essere. Il sacro diritto al dissenso e alla protesta, che nessuno si sogna di negare, non deve sconfinare oltre i limiti.

Prepararsi a diventare vecchi

Un sacerdote, in un’omelia rivolta a un gruppo di settantenni, ha invitato a ‘prepararsi a diventare vecchi’ e la prima reazione: intanto vecchio bisogna riuscire

“Tutta un’altra aria”

È questo il titolo del convegno nel quale, i ricercatori di CNR-ISAC, ART-ER, PRO AMBIENTE e del Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” di ingegneria sanitaria