Sassuolo dal Presidente della Repubblica

Condividi su i tuoi canali:

None

                                           

“Il coraggio delle donne”

La classe seconda A della scuola primaria San Giovanni Bosco ha vinto il concorso indetto dal Ministero della Pubblica Istruzione dal titolo “ Il coraggio delle donne” e, il prossimo 7 marzo, bambini ed insegnanti saranno ricevuti dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

I bambini hanno realizzato una scultura dal titolo

Giro ….Girotondo quando è bello il mio mondo”:

un’opera dedicata al coraggio delle mamme che accolgono i loro figli nella loro diversità, al coraggio di affrontare le difficoltà di una emigrazione, di lavorare per otto ore in fabbrica, di trovare il sorriso anche quando non si ha voglia.

L’idea di dedicare una scultura alle mamme è nata dalla consapevolezza che non vi sono opere d’arte , nella città di Sassuolo, dedicate alle mamme.

La classe è da due anni inserita all’interno di un percorso d’arte in cui si sperimentano i laboratori del conoscere e del fare arte ideati da Tina De Falco.

Per la realizzazione dell’opera i bambini hanno lavorato con le artiste Caterina Lombardo e Maria Letizia Roggiani.

 

“Ancora una volta – ha commentato il Sindaco di Sassuolo Graziano Pattuzzi – la nostra città sale agli onori della cronaca nazionale grazie alla parte sana della nostra società: il nostro futuro, i bambini. Ringrazio non solo i piccoli studenti delle San Giovanni Bosco, ma anche i loro insegnanti e Tina De Falco, per l’ottimo lavoro svolto e per essere i migliori rappresentanti della nostra città presso il Presidente della Repubblica”.

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

“Lei non sa chi  sono io”

Quando   qualcuno ritiene che gli siano  dovuti privilegi o cure speciali, impunità compresa, ricorre all’espressione  che ho scelto come titolo e che  può essere declinata

C’era una volta il medico di famiglia

Le decisioni del Governo per accorciare le liste d’attesa, se incideranno relativamente sulla loro lunghezza, sono almeno un segnale d’attenzione alla crisi della sanità italiana. Le opposizioni gridano

La Corsa più bella del mondo 

La Corsa più bella del mondo torna dall’11 al 15 giugno con una cavalcata di 2200 chilometri che le magnifiche vetture costruite fra il 1927 e il 1957 percorreranno in cinque tappe, come da format inaugurato lo