Sanità Modena. Lega: perché non partono i lavori dell’Hospice di Fiorano?

Condividi su i tuoi canali:

None

Un’interrogazione dei consiglieri Simone Pelloni e Stefano Barghi chiede chiarezza sui ritardi dell’opera per la quale sono già stati stanziati i finanziamenti
 

La Regione spieghi i motivi dei ritardi nella realizzazione dell’Hospice di Fiorano, in provincia di Modena.

A chiederlo è la Lega con un’interrogazione a firma dei consiglieri Simone Pelloni (primo firmatario) e Stefano Bargi.

“”Il progetto, datato luglio 2016, è stato oggetto, nel corso degli anni, di ripetuti interventi da parte della Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la Città metropolitana di Bologna e le province di Modena, Reggio Emilia e Ferrara, interventi volti a introdurre vincoli edificatori che hanno provocato numerose modifiche e ridimensionamenti al progetto originale fino allo stop definitivo del 21 gennaio 2019 nel quale la Soprintendenza pone un divieto totale di edificabilità dell’area””, spiegano i due esponenti del Carroccio, che ricordano come “”la Conferenza Territoriale Sociale e Sanitaria di Modena del 28 ottobre 2020 ha nuovamente confermato nella propria programmazione degli investimenti il progetto dell’Hospice Area Sud di Fiorano Modenese, progetto dal valore complessivo di 2,8 di euro dei quali 2,6 milioni finanziati dallo Stato con una compartecipazione del 5% da parte della Regione Emilia-Romagna; con l’impegno da parte dell’Ausl di Modena a coprire eventuali costi aggiuntivi, ma ad oggi, pare assai improbabile l’ipotesi di poter realizzare in tempi medio-brevi l’Hospice di Fiorano Modenese, al netto di ricorsi e controricorsi in sede di giustizia amministrativa e ribadendo come l’opera sia ancora in fase di progettazione””.

Da qui l’atto ispettivo per sapere dall’esecutivo regionale “”se non reputi una cattiva gestione dei finanziamenti nazionali tenere congelati 2.470.000 di euro per un progetto con prospettive di buona riuscita assai esigue ed in ogni caso con lunghi
tempi di realizzazione e se sia nelle intenzioni di individuare, coinvolgendo la CTSS di Modena, una locazione alternativa per l’Hospice Area Sud di Modena””.

(Luca Molinari)

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...